Iscriviti

ZTE LiveBuds vs Redmi Earphones: autonomia contro convenienza

Parte dalla Cina, in attesa di un eventuale sbarco Global, l'avventura commerciale dei nuovi auricolari senza fili cinesi di ZTE, i LiveBuds, capaci di garantire un'autonomia complessiva di 20 ore, senza farsi mancare le più classiche delle feature smart. Nel sub-continente indiano, invece, si affacciano gli iper-economici auricolari cablati di Redmi.

Hi-Tech
Pubblicato il 3 settembre 2020, alle ore 01:35

Mi piace
7
0
ZTE LiveBuds vs Redmi Earphones: autonomia contro convenienza

Assieme alla presentazione dell’innovativo Axon 20 5G, quale primo smartphone al mondo con fotocamera nascosta nel display, ZTE ha ufficializzato anche un suo degno partner funzionale nel gadget rappresentato dagli auricolari true wireless ZTE LiveBuds, sviluppati grazie alla collaborazione degli americani, leader del settore, di 1More.

Somiglianti e vera nemesi dei più blasonati Honor Choise, i nuovi auricolari LiveBuds hanno una piccola stanghetta, ma un form factor parzialmente in-ear, con un ugello angolato che contribuisce sia a un comodo ancoraggio all’orecchio, che a un buon isolamento passivo dai suoni ambientali. La superficie esterna, in un elegante nero, ospita i comandi touch, ma non solo.

Osservando da vicino le due leggere (4 grammi) unità d’emissione sonora, su ciascuna di esse (per un totale di 4) si notano anche due microfoni (uno verso il gommino, sì da captare i suoni nel padiglione) adibiti alla cancellazione elettronica del rumore, ENC, che interviene sino al 90% dei suoni ambientali, lasciandone trapelare quel poco che permette di mantenere una sicura attenzione su quel che accade intorno.

Collegati allo smartphone via Bluetooth 5.0, con annessa implementazione della separazione binaurale onde adoperare anche un solo auricolare per volta, all’interno dello chassis impermeabile IPX5 (quindi usabili anche sotto la pioggia, e senza temere il sudore), i nuovi auricolari true wireless ZTE LiveBuds vantano un’autonomia, in base alle rispettive microbatterie, di 4 ore, che però può essere portata a un totale di 20, facendo affidamento sulla panciuta custodia di ricarica annessa.

Attualmente, non è noto se gli auricolari ZTE Live Buds arriveranno anche in Occidente (stesso ragionamento per lo smartphone ZTE Axon 20 5G) ma, in ogni caso, la loro commercializzazione risulta essere già stata avviata nel mercato interno della grande Cina, ove il nuovo prodotto earable è venduto al prezzo di listino pari a 199 yuan che, cambio alla mano, corrispondono a circa 29 dei nostri euro

Da Redmi, invece, che ha portato in India il Redmi 9A, arrivano i Redmi Earphones (blu, nero, e rosso, 134 grammi a unità), prezzati a 399 rupie, ovvero 4.60 euro, come i precedenti Mi Earphones Basic: i nuovi auricolari dello spin-off di Xiaomi hanno una cassa acustica in lega di alluminio inclusiva di driver da 10 mm certificati Hi-RES. Il cavo a Y, terminante con il jack da 3.5 mm, è lungo 1.25 metri e include, oltre al microfono, un Mini Remote control sul quale gestire la musica, le telefonate e (previa lunga pressione di un pulsante) richiamare il concierge virtuale.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Direi che il prezzo, per ambedue i prodotti, è nella media dei prodotti economici di questo tipo: sarebbe interessante sapere qualcosina sulla resa effettiva dei driver, informazione che presumibilmente i brand potrebbero fornire in vista di un lancio global dei prodotti, comunque già apprezzabili (in un verso per il design meno banale del solito e per un'autonomia di tutto rispetto, e nell'altro per un prezzo oscenamente basso).

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!