Iscriviti

WH-1000XM5: ufficiali le nuove cuffie premium di Sony con ANC

Praticamente già note da almeno una settimana, sulle nuove cuffie WH-1000XM5 di Sony è stato appena alzato il sipario, rivelando un prodotto con piccole variazioni stilistiche, una maggiorata comodità, e notevoli miglioramenti nella qualità del suono.

Hi-Tech
Pubblicato il 12 maggio 2022, alle ore 19:15

Mi piace
1
0
WH-1000XM5: ufficiali le nuove cuffie premium di Sony con ANC

Ascolta questo articolo

Al culmine di un’intensa settimana di rumors, che ne avevano svelato praticamente ogni dettaglio, Sony ha presentato ufficialmente le cuffie premium WH-1000XM5, disponibili da fine mese, al prezzo di 420 euro, nelle colorazioni nero e argento platino.

Le nuove WH-1000XM5, di tipo circumaurale, hanno un archetto più sottile e rotondo, regolabile in lunghezza senza scatti, in materiale plastico ma con un’imbottitura distribuita in modo più uniforme: i padiglioni, rivestiti in similpelle, con una forma meno allungata e più arrotondata, e al loro interno si notano dei cuscinetti di nuova concezione, possono essere leggermente ruotati in verticale, di 90% verso l’interno e di 45° verso l’esterno. Considerando anche il peso, di 247 grammi, e la custodia con zip e frame laterale a fisarmonica, il nuovo prodotto è meglio trasportabile e ancor più comodo a indossarsi: da segnalare che i più precisi e meno visibili sensori di presenza continuano ad attivar la musica quando le cuffie vengono calzate, per stopparla quando vengono sfilate.

L’esterno del padiglione destro supporta il tocco per gestire la riproduzione musicale e regolare il volume, mentre poggiandovi la mano si attiva la Ambient Sound mode, in sostanza la modalità trasparenza per sentire i suoni ambientali: in alternativa, l’arrivo delle wake words permette di chiamare in soccorso i concierge vocali di Assistant e Alexa. L’interno ospita, con una saldatura con oro e senza piombo in favore della connettività, driver dimensionati a 30 mm, la cui cupola rigida a base di fibra di carbonio attenziona anche le alte frequenze, rispettate al pari di quelle basse. 

Rispetto al modello del 2020 i microfoni passano da 4 a 8: tra le loro mansioni, vi è quella di supportare (assieme al processore chip HD QN1, ed al nuovo – proveniente anche dagli auricolari LinkBuds Sony V1 che si occupa anche dell’amplificazione) l’ANC, cancellazione attiva del rumore. Quest’ultima, via Adaptive Sound Control che riconosce i luoghi visitati con più frequenza o le azioni dell’utente (camminare, correre, trovarsi sui trasporti, etc), viene regolata in automatico, diversamente da come avviene con la funzione Auto NC Optimizer, che tiene conto di altre variabili (es. avere o meno gli occhiali, la pettinatura, il cambio di pressione in un aereo, etc) nel fare a comando le stesse regolazioni. 

Ancora tra le mansioni dei microfoni spicca il supportare la tecnologia proprietaria di beamformingPrecise Voice Pickup“, che permette di captare in modo nitido la voce anche negli ambienti più chiassosi e al cospetto del vento. Restando nel novero delle funzioni volte a garantire un buon supporto all’audio, va notato la presenza dell’audio immersivo 360 Reality audio, del DSEE Extreme per recuperare i dettagli persi dalla compressione del segnale, e del codec LDAC per l’audio Hi-Res in wireless. 

Tra le funzioni smart delle cuffie WH-1000XM5 figurano il sistema di associazione rapida con device Android (Fast Pair) o device Windows (Swift Pair), il Bluetooth Multi-point per collegare le cuffie a due sorgenti assieme, la funzione “speak-to-chat” che abbassa il volume quando il sistema capisce che stiamo iniziando a parlare, e l’avviso nel caso il volume sia troppo alto (in base ai parametri OMS e alla pressione sonora). Una volta proceduta alla ricarica via USB Type-C si ottengono sino a 30 ore di autonomia, con l’utente che potrà via ricarica rapida (Power Delivery) recuperare altre 3 ore in 3 minuti. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Tendo conto di chi ha già potuto provare queste cuffie, emerge come siano più comode e pratiche: anche all'interno vi sono stati dei cambiamenti, piccoli ma significativi, nei driver, nei sensori di presenza, e ovviamente col raddoppio dei microfoni. Ottima l'autonomia, e le varie funzioni smart e di miglioramento del coinvolgimento.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!