Iscriviti

Ufficiali i proiettori smart BenQ GS50 e XGIMI Halo+

I proiettori sono indubbiamente molto comodi, per chi voglia variare spesso la diagonale di proiezione a seconda dello spazio e del contenuto da godersi: i nuovi modelli appena proposti da BenQ e XGIMI aggiungono al tutto anche la portabilità, una batteria e un audio calibrato.

Hi-Tech
Pubblicato il 1 ottobre 2021, alle ore 01:33

Mi piace
2
0
Ufficiali i proiettori smart BenQ GS50 e XGIMI Halo+

Nonostante sia tornata la stagione delle proiezioni in presenza al cinema, la pandemia ha destato negli utenti una forte passione per l’home cinema, soddisfatto non solo con le smart TV, ma anche con i proiettori evoluti, molti dei quali recentemente annunciati, anche in forma portable, da BenQ e XGIMI.

Dalla taiwanese BenQ, già reduce dal modello GV30, arriva innanzitutto il nuovo proiettore per esterni BenQ GS50, già in arrivo per Ottobre nel Regno Unito per 629 sterline o 732 euro circa. Si tratta di un modello cubiforme (154 x 186 x 146 mm) che, per il peso (2.3 kg), può anche essere riposto in valigia o essere facilmente trasportato attingendo al laccio marrone posto sul lato di destra, che palesa anche un accento arancione, oltre alla parete in verde. Il resto della superficie è bianca, con dei pulsanti fisici sul tettuccio, per l’accensione o spegnimento, la regolazione del volume, l’associazione via Bluetooth, e un vano nel quale va connesso il dongle che porta in dote Android TV, Chromecast (col mirroring permesso pure via AirPlay), e le app streaming dal Play Store (entro il raggio del Wi-Fi). A sinistra, un piccolo vano in alto annovera una porta HDMI 2.0b con canale audio di ritorno, una USB Type-C con Display Port, una Type-A con trasferimento dati (es. per spostare qualche film sullo storage interno da 16 GB) e ricarica della batteria (2 ore d’autonomia), e un pulsante per salvare le impostazioni. 

Controllabile via telecomando con richiamo ad Assistant e a Prime Video, purtroppo non adattissimo al gaming a causa dell’input lag a 62 ms, il proiettore BenQ è silenzioso (27/29 dB) e duraturo (30mila ore), ideale per l’uso anche all’aperto, senza temere cadute da 70 cm d’altezza o gocce di pioggia, essendo impermeabile IPX2: tecnicamente basato sulla tecnologia DLP, davanti, dove c’è anche un pulsante per fissare l’altezza del supporto col quale variare l’angolo di proiezione, usa una fonte luminosa a LED capace di ottenere immagini FullHD da 30 a 112′‘, anche se dà il meglio gli 80 e i 110”, molto luminose (400 nits, secondo 9 livelli che comprendono anche i preset Camp Fire, Luminoso, Cinema, Game, Sport, Day Time, Living Room), dettagliate cromaticamente (98% sulla scala colore rec.709), beneficiate dai metadati (HDR10 e HLG), oltre che dalla messa a fuoco automatica, e dalla correzione della distorsione trapezoidale. Grazie alla presenta di un sistema audio a 2.1 canali da 20W calibrato dalla controllata treVolo può essere usato anche come speaker ma, non essendo soddisfatti, via jack da 3.5 mm, si può aggiungere uno speaker esterno. 

Dalla cinese XGIMI, invece, è arrivato (per 859 dollari, o 742 euro) il proiettore portable Halo+ (11 x 15 x 17cm., per 1.6 kg), evoluzione del modello dello scorso anno, rispetto al quale migliora l’autonomia, ora da 2 ore, della batteria, da 59W, ed è presente un LED di proiezione più potente (900 nits) in favore di immagini FullHD, la cui qualità è migliorata (es. vividezza, realismo) dalla tecnologia X-VUE, dall’HDR10, con la messa a fuoco automatica, la correzione della distorsione trapezoidale in verticale e orizzontale, e l’Intelligent Screen Adaption (riconoscimento degli ostacoli, scansati, adeguamento delle dimensioni delle immagini a quelle riconosciute dello schermo su cui si proietta) che rendono l’immagine subito ottimale ovunque si collochi il proiettore.

Dotato anche del Bluetooth 5.0, il proiettore in questione integra due speaker da 5W calibrati da Harman Kardon per un audio nitido anche ad alto volume mentre, quanto a sistema operativo, implementa Android TV, con conseguente supporto a Chromecast, e al Play Store: rispetto al rivale di cui sopra, ha una miglior modalità game, con 26 ms di input lag e, una volta acceso, risulta già operativo in 10 secondi

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - I due proiettori in questione costano, bene o male, quasi la stessa cifra e proiettano immagini in FullHD, risultando autonomi per due ore e mettendo pure a disposizione un audio discretamente appetibile ben calibrato per essere apprezzabile anche col volume sparato in alto. I loro look, più estroso nel primo caso, assai meno nel secondo, può quindi essere un non trascurabile fattore di discrimine.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!