Iscriviti

Suunto 5 Peak: lo sportwatch finnico ora è più leggero e accessibile

Nonostante l'adozione di qualche compromesso, che ne ha abbassato peso e costi, il Suunto 5 Peak ha un design più moderno, e traccia + di 80 attività sportive, anche per 100 ore col GPS.

Hi-Tech
Pubblicato il 20 gennaio 2022, alle ore 19:33

Mi piace
1
0
Suunto 5 Peak: lo sportwatch finnico ora è più leggero e accessibile

Ascolta questo articolo

Nonostante il meteo non sia proprio da sport all’aperto, il brand finlandese Suunto, che bigiato il CES 2022, guarda con ottimismo al prossimo arrivo della stagione primaverile, come dimostrato dalla messa in campo del nuovo sportwatch Suunto 5 Peak, già in preordine in USA e Canada al prezzo di 329 dollari, con spedizioni dal 1° Febbraio.

Evoluzione del modello standard visto nel Maggio del 2019, il Suunto 5 Peak ricorda, quanto a linee moderne e minimaliste, il Suunto 9 Peak presentato nel Maggio 2021: il wearable ha uno chassis più leggero del 41% rispetto al suo avo, fermando il peso a 39 grammi anche grazie al fatto che la cupola posta sul display abbandona il vetro minerale in favore della plastica. La lunetta, in acciaio, circonda un display da 1.1 pollici, risoluto a 218 x 218 pixel, la cui retroilluminazione (purtroppo non regolabile vista la mancanza di sensori di luce) si attiva premendo uno dei pulsanti o volgendo l’orologio verso il viso. Qualora la si ritenga eccessiva è possibile ovviare impostando di notte la modalità “non disturbare”.

Il corpo, impermeabile sino a 30 metri (3 atmosfere), è in policarbonato, con un diametro di 43 mm che lo rende idoneo ai polsi piccoli e uno spessore di 12.9 mm: ai lati vi sono cinque pulsanti per il controllo (uno dei quali, quello centrale a destra, per le conferme, gli altri per navigare nell’interfaccia, quello in basso a sinistra per tornare alla schermata precedente). Il cinturino, in silicone, viene fermato da una fibbia in acciaio, con lo stesso materiale adoperato pure per la clip che, alla fine, tiene il cinturino in posizione.

A livello di design e personalizzazioni estetiche, nel Suunto 5 Peak la lunetta potrà essere scelta nei colori grigio più scuro o argento, con la cassa in grigio scuro o chiaro: nei cinturini le opzioni prevedono le tonalità Black, Ochre Ridge, Sand Ridge, Cave Green, Dark Heather e Sand Multicolour (ottenuto con ritagli di cinturini riciclati). 

In tema di funzionalità, il Suunto 5 Peak traccia i passi, le calorie bruciate, il recupero (onde adattare ad esso il prossimo allenamento), il sonno (durata complessiva, fasi) e quanti grassi e carboidrati si siano bruciati (funzione “Burner) durante un allenamento: in quest’ultimo ambito è possibile attenzionare oltre 80 attività sportive, avvalendosi di un altimetro (non barometrico), di un accelerometro, di un giroscopio, e di un modulo GPS (con reti Beidou, Galileo, Glonass e Beidou). Vi è l’immancabile cardiofrequenzimetro, che rileva la frequenza cardiaca a riposo e in attività, ma manca il sensore per il livello di ossigeno nel sangue (SpO2) e non viene eseguito l’ECG

Il collegamento con lo smartphone avviene mediante il Bluetooth e grazie all’app Suunto, disponibile per Android e iOS: su quest”ultima si possono consultare le mappe 3D dei percorsi, condividendole via link o social con amici e parenti, le mappe di calore (utili per scegliere o evitare percorsi più frequentati e battuti), e farsi un’idea dei propri progressi, della forma fisica degli ultimi 10 giorni, e delle ore di allenamento fatte (con precise analisi suddivise per sport).

Il compattamento del Suunto 5 Peak rispetto al predecessore del 2019 ha un impatto sull’autonomia che, a carica completa (in 55 minuti via cavo proprietario con morsetto di ancoraggio), porta il funzionamento in modalità orologio a 10 giorni, che però scemano di molto col tracking GPS. Nello specifico, in modalità Tour si può arrivare a 100 ore di uso continuativo del GPS, nella modalità Resistenza si ottengono 40 ore di uso del GPS e nella modalità Sport si arriva a 20 ore di uso ininterrotto del GPS. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Indubbiamente, il Suunto 5 Peak ha il merito di essere più maneggevole al polso (anche se la zona dei sensori potrebbe essere più a filo) grazie ad alcune scelte che, tra le altre cose, impattano positivamente anche sul prezzo: peccato che le mappe sian da consultare sull'app e non sullo smartwatch e che manchi il pulsossimetro e la tecnologia per l'ECG. In particolare la mancanza del primo componente rende le misurazioni della qualità del sonno meno precise.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!