Iscriviti

Samsung Galaxy Buds+: rivelata la scheda tecnica dei nuovi auricolari true wireless

Grazie ad un popolare leaker, nelle scorse ore è diventata praticamente ufficiale, con notevole dovizia di particolari, la scheda tecnica dei nuovi auricolari true wireless di Samsung, i Galaxy Buds+, in predicato d'esordire in commercio il 13 Marzo.

Hi-Tech
Pubblicato il 5 febbraio 2020, alle ore 17:24

Mi piace
8
0
Samsung Galaxy Buds+: rivelata la scheda tecnica dei nuovi auricolari true wireless

Al prossimo Unpacked 2020 di Samsung manca meno di una settimana e, dopo il Galaxy Z Flip, anche gli auricolari Galaxy Buds+ sono stati pressocché anticipati, grazie ad una corposa indiscrezione diffusa, nelle scorse ore dal noto ed affidabile leaker Evan Blass (alias @evleaks).

In base alla scheda tecnica di confronto condivisa in Rete, i nuovi auricolari Samsung Galaxy Buds+ saranno allestiti nelle colorazioni nero, bianco, blu, e rosso, con un design praticamente identico a quello della precedente generazione, della quale rimarranno invariate anche le dimensioni (17.5 x 19.2 x 22.5 mm).

Una prima traccia di cambiamento è celata nel peso, cresciuto nei Plus (6.3 vs 5.6 grammi) a causa delle mini-batterie integrate, più grandi, ora da 85 mAh (in luogo dei precedenti 56): in ragione di tale parametro, l’autonomia dei nuovi auricolari true wireless cresce, tanto in fase di ascolto musicale (11 vs 6 ore, praticamente il doppio) quanto nell’uso telefonico (7.5 vs 5 ore).

Anche il case, in tinta con gli auricolari, gode di una maggiorazione della propria batteria che, portata a 270 mah (dai 252 di prima), conferisce ai nuovi auricolari in essa riposti 22 ore complessive (quasi il doppio, stante le precedenti 13 ore) di ascolto musicale, e 15 ore (vs 11) totali di conversazioni telefoniche: sempre in tema di ricarica, ora basteranno soli 3 minuti di rabbocco energetico per ottenere un’ora extra di playing musicale. 

Il secondo campo di miglioramento, che è valso il Plus ai nuovi Galaxy Buds samsunghiani, sembra essere quello della qualità sonora. I nuovi arrivati sembrano destinati a integrare speaker a due vie (2 Way Dynamic), con una delle quali in funzione di woofer per attenzionare i bassi e l’altra che, fungendo da tweeter, presidierà le frequenze alte e medie. I microfoni passano da 2 a 3, in modo da migliorare le conversazioni durante le telefonate, e il supporto ai comandi vocali: visto che del trio ben 2 saranno esterni, a trarne beneficio sarà anche la modalità “Ambient Aware” incaricata di lasciar trapelare i rumori ambientali per non isolarsi totalmente da quel che accade nei paraggi (soprattutto in ottica sicurezza). 

Nei nuovi Galaxy Buds+ di Samsung manca la cancellazione attiva del rumore, ormai quasi di routine anche in taluni rivali ultra low cost cinesi ma, in compenso, risulta contemplato – nel Bluetooth 5.0 – il supporto multi-dispositivo e, in più, la compatibilità con i device iOS based. Piccolo bonus anche per il touchpad esterno che, confermati i tocchi per le funzionalità Play/Pausa, per saltare le canzoni o regolare il volume, vi aggiunge anche quello per lanciare direttamente Spotify

Il tutto, con vendite schedulizzate dal 13 Marzo, dovrebbe sostanziarsi nella commercializzazione dei nuovi Samsung Galaxy Buds+ al prezzo di 149 dollari (+ 20 dollari a confronto della 1a generazione). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Come direbbe Agatha Christie a proposito dei suoi piccoli indiani "e poi, non ne rimase nessuno": reminiscenze giallistiche a parte, venuto meno il segreto sullo smartphone pieghevole, che non dovrebbe discostarsi troppo da quanto rivelato, lo stesso è accaduto anche per gli auricolari true wireless di nuova generazione che, a conti fatti (letteralmente), risultano essere poco più che un upgrade dei precedenti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!