Iscriviti

RedmiBook 14, ecco il primo ultrabook low cost di Redmi

Non solo smartphone. All'evento Redmi, il gruppo spin-off di Xiaomi ha presentato anche il suo primo notebook ultraleggero ed economico, in veste di RedmiBook 14, naturalmente con Windows 10 (Home).

Hi-Tech
Pubblicato il 28 maggio 2019, alle ore 11:59

Mi piace
6
0
RedmiBook 14, ecco il primo ultrabook low cost di Redmi

Assieme agli smartphone flagship killer Redmi K20 e K20 Pro, il gruppo cinese nato da una costola del colosso Xiaomi, ma intenzionato a dotarsi di un proprio ecosistema hardware di qualità, ha presentato – nel corso di un evento tenutosi in Cina – anche il suo primo portatile, il RedmiBook 14, animato dalla versione Home Edition di Windows 10

Il RedmiBook 14 ha un telaio in metallo a effetto sabbiato con dimensioni quasi da ultrabook (323 x 228 x 17.95 mm, per 1.5 kg): il display, un pannello LCD IPS FullHD da 14 pollici discretamente luminoso (250 nits) e denso di pixel (157 PPI), contenuto entro esili cornici (5.75 mm) in modo da vantare un’ampia superficie di visualizzazione (81.2%), esibisce sul retro un’elegante rappresentazione del logo Redmi, mentre la keyboard risulta comoda per la scrittura, con tasti full-sized spaziosi (19 mm), dotati di una corsa da 1.3 mm. Ai lati, assenti le porte Type-C, c’è l’ingresso per l’alimentazione, il jack da 3.5 mm, una HDMI, e tre USB, di cui due 3.0. 

Dotato di un comparto multimediale interessante, stanti i due speaker da 3W con DTS, il Redmi 14 supporta le connettività senza fili più comuni (Bluetooth 5.0 e Wi-Fi ac 5) e monta un combo logico affidato alla GPU GeForceMX250 (con 2 GB dedicati) in appoggio a processori Intel di 8° generazione, con il modello base del Redmi 14 che opta per il i5-8265U da 3.9 GHz ed il modello premium che converge sull’i7-8565U da 4.6 GHz di clock: la RAM, sempre da 8 GB (DDR4), è abbinata a storage SSD da 256 o 512 GB, a seconda del modello. Non manca un sistema di dissipazione adeguato, affidato ad una griglia inferiore piuttosto grande, con una superficie bucherellata di 2.530 millimetri quadrati. 

Come da tradizione di Xiaomi, abbondano – anche in casa Redmi – le funzionalità software, spesso un valore aggiunto del gruppo cinese, con la feature di risveglio istantaneo “Modern Standby”, utile anche per ampliare l’autonomia (di 10 ore) della batteria, da 46W, caricabile a 1C, e lo sblocco rapido (1.2 secondi) “Smart Unlock 2.0”, qualora venga ravvisata la vicinanza di un wearable Mi Band 3

Con tanto di iconica mascotte proprietaria, il RedmiBook 14 è già pronto ad essere distribuito, dal prossimo 1° Giugno, secondo un listino che varia secondo la combinazione scelta: il modello con processore i5 costerà circa 517 euro (3.999 yuan) se abbinato a 256 GB di archiviazione, e 556 (4.299 yuan) con 512 GB di storage, mentre quello con processore i7, disponibile nella sola opzione con 512 GB di storage, sarà prezzato a circa 646 euro (4.999 yuan).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Bello è bello questo RedmiBook 14: d'altronde, quando mai un device Xiaomi non lo è stato. A dire il vero, anche le specifiche tecniche non sono affatto male, specie considerando che, anche intorno ai 500 euro, ci si ritrova lo storage SSD ed una scheda grafica dedicata: in più, le funzioni software esclusive sono sempre qualcosa di gradito.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!