Iscriviti

Oura Ring 3: ufficiale l’anello smart con misurazioni fitness-sport più precise

Dopo una lunga attesa dovuta allo sviluppo, facendo tesoro di quanto di buono già fatto con i precedenti due modelli, arriva in commercio la terza generazione dell'anello smart Oura Ring, con più sensori, storage, funzioni, ma intatta eleganza.

Hi-Tech
Pubblicato il 27 ottobre 2021, alle ore 11:19

Mi piace
1
0
Oura Ring 3: ufficiale l’anello smart con misurazioni fitness-sport più precise

Giunto al suo massimo livello di popolarità lo scorso anno, quando venne avvistato al dito del principe Harry e usato dal giocatori dell’NBA per concludere la stagione cestistica, a pandemia in corso, nella bolla di Orlando, l’anello smart Oura Ring dell’azienda finlandese Oura è appena giunto alla terza generazione, pronto a sfidare col suo form factor anulare altri celebri e recenti fitness tracker, tra cui gli Amazfit GTR 3/3 Pro e GTS 3, e lo Xiaomi Watch Color 2

Migliorato nella precisione delle misurazioni e con più funzioni, a fronte di dimensioni davvero esigue, l’anello smart Oura Ring 3 ha un telaio in titanio, nelle colorazioni Silver, Black, Gold e Stealth che, a seconda della misura (8 taglie, dalla 6 alla 13, misurabili in anticipo grazie a modellini in plastica inviati pre-acquisto), pesa dai 4 ai 6 grammi, risultando sempre impermeabile sino a 100 metri di profondità: l’autonomia, una volta caricato in 20/80 minuti, oscilla tra i 4 giorni e una settimana, e non manca la facoltà di sincronizzare i dati con le fitness app Google Fit su Android e Salute di iOS.

Uno dei primi miglioramenti parte dal numero dei sensori, tre volte più che in passato, e di tipo ottico, delegando quelli verdi al monitoraggio della saturazione dell’ossigeno nel sangue (sbloccata via firmware nel 2022), quelli verdi alla frequenza cardiaca (ora 24/h e non solo in funzione del riposo notturno) e l’emissione di luce a infrarossi per tracciare la frequenza respiratoria, quella cardiaca a riposo, e la variabilità della frequenza cardiaca.

Grazie al raddoppio (ora in numero di 7) ed all’avvicinamento dei sensori di temperatura, che campionano questo parametro una volta al minuto, è possibile ad esempio prevedere il ciclo mestruale con 30 giorni d’anticipo, avvertendo – via companion app Oura (utile anche per le statistiche alla fine degli allenamenti monitorati e supportati) – sino a 6 giorni prima. Ancora in tema hardware, va menzionata l’integrazione di 32 volte lo storage del modello precedente, con conseguenti ricadute nella maggior quantità di dati stoccabili e analizzabili.

Ancora a inizio 2022, arriverà via update un aggiornamento del firmware per migliorare il monitoraggio del sonno mentre, entro la fine di quest’anno, si potrà rilevare la frequenza cardiaca di lavoro durante allenamenti (quali la biciclettata, la camminata, la corsa), e quella di recupero. Dulcis in fundo, per le novità dell’anello smart Oura Ring 3, giunge in dote un abbonamento, con audio guide (es. su sonno e meditazione), consigli personalizzati, approfondimenti quotidiani, etc. 

La disponibilità dell’Oura Ring 3 sarà dal 15 Novembre, con prezzi di 314 euro per le colorazioni argento e nero, e di 419 euro per quelle oro o grigio scuro (stealth): ogni mese di abbonamento costerà 5.99 euro ma, pre-ordinando da oggi il dispositivo sullo store ufficiale, s’avrà diritto a 6 mesi di abbonamento gratuito. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Perbacco: non sapevo che gli anelli Oura avessero avuto tanta popolarità: l'uso in effetti è davvero utile, un po' come alcune moderne smartband che si fan passare per gioielli, braccialetti per la precisione. In questo caso, bene o male lo stesso hardware è messo in un design ad anello che, pur privo ovviamente di schermo, non è per questo meno funzionale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!