Iscriviti

Opus: da Razer le cuffie wireless con cancellazione attiva del rumore

Abbandonata per un istante l'estrosità che la accompagna da sempre in ogni sua realizzazione tecnica, Razer ha messo in campo le Razer Opus, delle cuffie senza fili che, accreditate di 25 ore di autonomia, vantano un look insolitamente sobrio e minimalista.

Hi-Tech
Pubblicato il 5 maggio 2020, alle ore 08:35

Mi piace
5
0
Opus: da Razer le cuffie wireless con cancellazione attiva del rumore

Molto spesso, i dispositivi hardware destinati al mondo del gaming attraggono, in virtù delle loro elevate prestazioni, anche gli utenti di altre categorie e, ipso facto, non è raro che vengano ad assumere forme e look meno estrosi, in modo da poter soddisfare anche i gusti, più minimalisti, di una platea maggiormente ampia. Tale assunto ha trovato conferma anche nelle scorse ore, attraverso l’ufficializzazione delle cuffie wireless Opus, della californiana Razer, spesso nota per estrosi accessori, smartphone e notebook per il gaming.

Messi da parte i nuovi laptop Blade 15 e Blade Pro 17, sempre con processori Intel di 9a generazione, ma ora anche con switch ad attuazione ottica sotto la tastiera retroilluminata con Razer Chroma RGB, il brand di Irvine ha svelato le cuffie senza fili Razer Opus che, nel loro look sobrio ed elegante, ricordano non poco le rivali, sempre premium, Sony WH-1000XM3/WH-1000XM2 e Bose 700

Le cuffie Razer Opus, connesse alla fonte audio mediante il Bluetooth 4.2 (con codec AAC e aptX), nonostante i 260 grammi di peso, sono innanzitutto comode, grazie all’archetto estensibile rivestito in pelle (stesso materiale scelto per la custodia protettiva), ed al memory foam posto sui padiglioni.

Questi ultimi custodiscono driver da 40 mm e migliorano la qualità sonora grazie alla presenza, su ciascun unità, di due microfoni che, messi in campo per le chiamate, offrono il loro contributo anche nella cancellazione attiva del rumore (ANC), dotata di modalità di ascolto ambientale (per lasciar passare alcuni suoni, come ad es. la voce di chi ci è accanto) e certificata THX (lo standard per la multimedialità professionale ideato da George Lucas). 

Il controllo delle cuffie Razer Opus non avviene mediante superfici tattili, ma tramite 5 pulsanti fisici, adibiti alla regolazione del volume, alla gestione delle chiamate, all’attivazione o disattivazione della cancellazione attiva del rumore, e via app mobile (con equalizzatore). L’autonomia operativa, che può essere incrementata col sistema di stand-by smart che le mette in pausa quando sfilate dalle orecchie, o estesa ad infinitum ricorrendo al cavo da 1.5 mm presente in confezione, di default arriva, a carica ultimata, a ben 25 ore complessive. Allestite nelle colorazioni classic black e midnight blue, le cuffie Razer Opus hanno appena fatto il loro esordio in Cina, ove risultano listate a 1.799 yuan, pari a pressappoco 233 euro nostrani. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Beh, il prezzo delle cuffie Opus di Razer ne conferma indubbiamente la natura ed il posizionamento nel segmento premium della categoria: nel complesso, sembrano essere comode durante i lunghi impieghi, ben focalizzate sia sulla qualità del suono, che sull'autonomia e la semplicità d'uso. Sarà interessante metterle alla prova sul campo, all'arrivo in Occidente.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!