Iscriviti

Optoma presenta il proiettore laser 4K UHZ50 adatto anche per il gaming

Quando mancava una manciata di mesi dall'ultimo annuncio in grande stile, la taiwanese Optoma ha battuto un colpo, facendosi viva con un nuovo proiettore smart laser a microspecchi, l'UHZ50, con upscaling al 4K e modalità gaming.

Hi-Tech
Pubblicato il 15 ottobre 2021, alle ore 12:00

Mi piace
2
0
Optoma presenta il proiettore laser 4K UHZ50 adatto anche per il gaming

Continua la discesa in campo di proiettori, adatti all’intrattenimento come agli impieghi professionali, con la categoria in questione che, dopo i modelli di XGIMI e BenQ, ha appena visto ufficializzarsi, a diversi mesi dall’ultima comparsata, il nuovo proiettore laser UHZ50 della taiwanese Optoma.

Optoma UHZ50 adotta la tecnologia DLP dei microspecchi, per la precisione ammontanti a 1920 x 1080 che – via veloce commutazione degli stessi – genera 4 pixel per ogni microspecchio – passando in sostanza dalla nativa risoluzione FullHD a un 4K vobulato (cioè upscalato). La fonte dell’illuminamento, emesso attraverso la lente via fosfori e sorgente laser, consente di ottenere immagini da 3.000 ANSI lumen, con possibilità di migliorare il contrasto (Dynamic Black) dinamicamente, dopo aver analizzato scena per scena: il costruttore assicura un funzionamento (in modalità ECO) di 30mila ore, senza troppo rumore (26 dB), in modo da non coprire l’audio offerto dai due speaker da 10W.

Ancora in tema di qualità visiva, vanno annoverati, nella scheda tecnica del prodotto, certificato per supportare i metadati via HLG e HDR10, lo zoom manuale da 1.3x, il rapporto di tiro che può essere spostato da 1,21 a 1,59, l’off-set da 105/115%, e la compensazione del moto (PureMotion). 

Pur dotato di un app store, magari per le app di streaming, il proiettore smart Optoma UHZ50 può acquisire contenuti (gestendoli con un media player) dalle tre porte USB sul retro (utili anche per alimentare i dongle HDMI, o per aggiornare il firmware), dal mirroring dello smartphone, e dalle tre HDMI 2.0b integrate (la prima delle quali con eARC) con una modalità gaming (Enhanced Game Mode) che, passando però al FullHD, abbassa l’input lag (dai 16.9 dell’UHD a 4 ms) ed alza il refresh rate (da 60 in UHD a 240 Hz). 

Nel proiettore Optoma UHZ50, in arrivo nel Vecchio Continente a fine mese per la cifra di 2.599 euro, non mancano il Wi-Fi, alternativo al ricorso della porta Ethernet LAN, un’uscita audio analogica su jack da 3.5 mm, un’uscita digitale ottica, e la facoltà di visionare, magari con gli opzionali occhialini DLP Link, anche le immagini in 3D

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - L'audio sembra un po' bassino, senza supporto a standard particolari: quasi sicuramente sarà bene collegarvi una miglior periferica di output sonoro, il che forse non è il massimo con oltre 2.000 euro di spesa base. C'è il 4K, ma non è nativo, anche se le specifiche tipiche del proiettore in questione, cioè al netto della parte smart, appaiono di fascia alta.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!