Iscriviti

Notebook professionali di fascia alta: al CES 2019 ecco le offerte di Acer, HP, ed Asus

Giornata di annunci per il mondo dell'informatica professionale e creativa, con vari primati portati avanti da Acer, col suo ultrabook sottilissimo, da HP con un AMOLED che sposa i 15 pollici, e da Asus con nuovi ZenBook e una workstation mobile.

Hi-Tech
Pubblicato il 8 gennaio 2019, alle ore 11:36

Mi piace
10
0
Notebook professionali di fascia alta: al CES 2019 ecco le offerte di Acer, HP, ed Asus

Al CES 2019 non sono stati solo i gaming notebook a scaldare i cuori di chi ama l’informatica: anche i notebook business, per i professionisti, hanno fatto il pieno di consensi, grazie a quanto portato a Las Vegas da famosi produttori di hardware quali Acer, Asus, ed HP.

Acer Swift 7, l’ultrabook più sottile al mondo  

Acer, già sugli scudi per un ChromeBook con APU AMD e i bestiali Predator Triton 900/500, ha annunciato l’ultrabook più sottile al mondo, in veste di Acer Swift 7 (SF714-52T, da fine Aprile a partire da 1.999 euro): realizzato in lega di magnesio (litio-magnesio ed alluminio-magnesio), pesa appena 890 grammi per 9.95 mm di spessore. Le cornici, di 2.57 mm, hanno sloggiato la webcam HDR grandangolare sulla parte alta sinistra della tastiera, un po’ come nel MateBook X (che la collocava, però, tra i tasti funzione), ma hanno regalato il 92% della superficie del vetro Gorilla Glass 6 al luminoso (300 nits) display FullHD da 14 pollici.

Dirimpettaio di quest’ultimo è la tastiera retroilluminata, clichet, con tasto d’accensione che funge da scanner digitale, e touchpad in vetro con gesture. Il cuore pulsante del nuovo Swift 7 è costituito dal processore Intel Core i7-8500Y che può avvalersi finanche di 16 GB di RAM LPDDR3, con lo storage SSD (interfaccia PCIe) che può raggiungere i 512 GB. Ottime le connettività, affidate al Bluetooth 5.0 ed al Wi-Fi 2×2 MU-MIMO, e l’autonomia, stimata in 10 ore, le porte si sostanziano in una DisplayPort 1.3, un jack combo, e due USB Type-C (una 3.1 di 2°gen ed una Thunderbolt 3). 

HP Spectre x360 15, con display AMOLED, ed Elitebook x360 830 G5

Solo apparentemente di carattere minore, la presenza dell’americana HP che, tra le altre cose, è intervenuta innanzitutto con un ulteriore aggiornamento del suo convertibile Spectre x360 15 che, dopo la rinfrescata di Ottobre, ottiene anche il display AMOLED (con HDR e spazio colore DCI-P3 al 100%), capace di garantire neri più profondi, colori più vividi, e consumi più bassi, seppur solo nella variante (prevista per fine Marzo) che prevede i processori Intel Coffe Lake della serie U con grafica gestita da una GeForce MX150 (gli altri sono gli H da 45W ed i G con GPU AMD Radeon).

In più, oltre al summenzionato modello, è arriva anche il facilmente aggiornabile (persino nel modulo Wi-Fi) HP Elitebook x360 830 G5, con microSIM per la connettività mobile, tastiera retroilluminata antiversamento di liquidi, e display iper-luminoso (1000 nits sui 13 pollici FullHD) e colorato (100% sullo spazio colore sRGB) munito anche di supporto al pennino capacitivo. Ne completano la scheda tecnica un’acustica targata Bang&Olufsen, processori Intel di 8° generazione, fino a 2 TB di storage a stato solido, e 32 GB massimi di RAM. 

Asus ZenBook 14, ZenBook S13, StudioBook S

Da Asus, infine, arrivano tanti portatili di fascia alta. Lo ZenBook 14 (primo trimestre del 2019), grazie alle cornici da 6.4 mm, riduce l’ingombro del display LCD IPS FullHD da 14 pollici, giunto al corpo del notebook tramite la cerniera ErgoLift che lo rialza in modo da favorire l’aerazione sottostante e la digitazione sulla tastiera, attorniata da 4 speaker. Dotato anche del Bluetooth, e di USB Type-C, sotto il touchpad illuminato “NumberPad”, pone processori Intel di 8° generazione, GPU GeForce MX150, e configurazioni con anche 16 GB di RAM e 1 TB di storage SSD. L’iper-autonomo (15 ore) ZenBook S13 somiglia al modello precedente, anche se vanta cornici ancor più sottili (2.5 mm) che regalano il 92% dello spazio al display FullHD da 13.9 pollici, sormontato da una curiosa tacca inversa per la webcam. Sotto la tastiera retroilluminata ed il touchpad con scanner biometrico, trovano ospitalità sempre le GPU GeForce MX150, i processori Intel di 8° generazione, la RAM e lo storage (SSD) pari rispettivamente a 16 GB e 1 TB massimi.

Senza compromessi, infine, è la workstation mobile StudioBook S, con un display WUXGA da 17 pollici supportato da una scheda grafica Nvidia Quadro P3200, mentre il processore Intel Xeon può avvalersi anche di 64 GB di RAM e di 4 TB di storage SSD. Silenzioso nel funzionamento, nonostante la presenza di ventole in tandem con 5 heatpipes per la dissipazione del calore, lo StudioBook S si mostra completo anche nelle porte, potendo contare su 4 USB (tre 3.1 ed una TypeC Thunderbolt 3), e su una HDMI 2.0. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Ognuno dei portatili di questa mini-rassegna all'insegna del lusso sotto forma di bit merita la dovuta attenzione. Acer ha confermato il primato dell'ultrabook più sottile al mondo, ma HP ha portato l'AMOLED anche su un display da 15 pollici, ed Asus ha confermato l'eleganza dei suoi portatili professional che, nel modello StudioBook, raggiungono una potenza impressionante, pur con un percepibile contenimento degli ingombri.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!