Iscriviti

MWC 2019: ecco i primi modem/router per il 5G, ideati da Huawei e D-Link

Al MWC 2019 di Barcellona, non solo gli smartphone, ma anche i router ed i modem si sono imposti all'attenzione generale, forti del traino offerto dai primi top gamma mobili abilitati al 5G: ecco le proposte, domestiche e non, di Huawei e D-link.

Hi-Tech
Pubblicato il 1 marzo 2019, alle ore 12:58

Mi piace
6
0
MWC 2019: ecco i primi modem/router per il 5G, ideati da Huawei e D-Link

A confermare che l’ormai conclusa MWC 2019 sia stata una fiera tecnologica all’insegna della connettività 5G, oltre alla presentazione del Mate X, premiato col GLOMO (Best New Connected Mobile Device of Mobile World Congress 2019), anche la presentazione di vari router (es. l’HTC Smart Hub 5G) che permetteranno di portarsi in casa la nuova frontiera della navigazione mobile.

La cinese Huawei, già sugli scudi per il menzionato smartphone pieghevole (con 5G), ha ufficializzato – a Barcellona – anche tre elaborati modem-router che puntano a far dimenticare il pur ragguardevole 4G: si tratta degli Huawei 5G Mobile, 5G CPE Pro, e 5G CPE Win, tutti accomunati dall’avvalersi del modem cinese Balong 5000 (appunto sfruttato anche per il Mate X) per erogare la connettività 5G (con punte potenziali di 6.5 Gbps in download e di 3.5 Gbps in upload) ai dispositivi smart di casa. 

Nello specifico, il primo, come evidenziato dalla denominazione, è un router mobile che, provvisto di una batteria da 8.000 mAh, può essere anche portato in giro per fare da hotspot e da powerbank per il proprio smartphone: diversamente, il modello Huawei 5G 5G CPE Pro è modem/router per uso stanziale utilizzabile anche per controllare – in qualità di hub – la domotica casalinga (tramite il protocollo proprietario HiLink). Infine, l’ultimo della serie, il sempre stanziale Huawei 5G CPE Win condivide hardware e funzionalità del modello precedente, ma si avvale dell’impermeabilità IP65 per poter essere collocato sulla parete esterna della casa (come i router di Eolo o Linkem), onde captare al meglio il segnale 5G. 

Al MWC 2019 di Barcellona, però, anche la taiwanese D-Link, specialista in tecnologie e infrastrutture di rete, ha presentato il suo primo dispositivo in tale categoria, rappresentato dal DWR-2010 5G NR Enhanced Gateway. Nello specifico, si tratta di un router concepito per portare i vantaggi di una velocità da fibra ottica, tramite la connettività mobile, anche nelle aree svantaggiate, in quanto remote e difficili da raggiungere dalle normali connettività.

Il dispositivo mette a disposizione l’ampiezza di banda possibile col Wi-Fi 5 (ac) e 6 (ax), visto che permette di operare poco sotto i 6 GHz, o tramite il mmWave, sfruttando setting di frequenze da 200 (2 x 100) od 800 (8 x 100) MHz. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Certo, i modem/router per il 5G non saranno affascinanti come gli smartphone con la stessa connettività, ma la loro utilità è indubitabile: volendo disporre di questo standard connettivo anche in casa, a volte anche quale unico sistema per connettersi a internet, e fruire di uno streaming degno di cotanto nome, disporre di un gadget simile diverrà essenziale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!