Iscriviti

MWC 2019: da Huawei la nuova gamma dei portatili Matebook con Windows 10

Huawei, dopo il colpo di teatro rappresentato dal suo smartphone pieghevole, porta al MWC 2019 di Barcellona anche un'intera nuova gamma di portatili Matebook con Windows 10: tra essi, un top di gamma potente e multimediale, e due aggiornamenti da 13 e 14''.

Hi-Tech
Pubblicato il 24 febbraio 2019, alle ore 20:53

Mi piace
7
0
MWC 2019: da Huawei la nuova gamma dei portatili Matebook con Windows 10

Assieme al suo primo smartphone pieghevole, il Mate X, Huawei ha portato al MWC 2019 anche un’intera gamma di nuovi portatili, tra cui il top gamma Huawei Matebook X Pro, particolarmente apprezzato per l’impegno profuso in sede multimediale. 

Lo Huawei Matebook X Pro (nuance Mystic Silver e Space Gray) guadagna in trasportabilità, rispetto ai predecessori, grazie al suo spessore ridotto a 14.6 mm, ed al peso, quasi da ultrabook, con i suoi 1.33 kg. Una volta aperto, il terminale con Windows 10 palesa un display IPS da 13.9 pollici con risoluzione 3K (3000 x 2000 pixel, 3:2), realizzato con tecnologia LTK e protetto da un vetro Gorilla Glass con trattamento anti-impronta.

Secondo l’azienda, si tratta di un pannello ultrasottile, esteso con un 91% di body-to-screen, grazie alla collocazione della fotocamera in un tasto della keyboard, che – oltre a supportare il tocco di 10 dita simultanee (sfruttabile via swipe anche per ottenere uno screenshot di quanto visualizzato, con annessa possibilità di tagliare un’area ed ottenerne una scansione del testo incluso) – offre una buona ricchezza di dettagli (260 PPI), un’ottima luminosità per l’uso all’aperto (450 nits), ed un’eccellente contrasto (1500:1). L’interno mette ai timoni di comando un processore Intel Core i5 8265U o i7 8565U, ma sempre con una scheda grafica GeForce MX250 che Nvidia ha equipaggiato con 2 GB di memoria (GDDR5) personale. La RAM, fino a 16 GB, può accompagnarsi, secondo le proprie scelte, con pezzature da 256 o 512 GB o, addirittura, con 1 TB di stoccaggio. 

Affidato l’audio sia a un jack da 3.5 mm che a quattro altoparlanti con funzione di split frequency, l’autonomia è stata portata a 12 ore, praticamente mezza giornata, grazie alla batteria, da 57.4 Wh. Contrariamente all’assunto secondo il quale un ultrabook (o presunto tale) sia parco di ingressi laterali, in questo caso, oltre al summenzionato jack audio, sono presenti anche 3 porte USB, di cui due Type-C (una con Thunderbolt) e una porta Type-C. In ambito connettività, giova ricordare il supporto sia al Bluetooth che al Wi-Fi (ac), sebbene per la condivisione bi-direzionale e rapida (a 30 Mbps) di contenuti col proprio smartphone (Huawei) si consigli l’uso del tool Share OneHop (basato sull’NFC).

Assieme allo Huawei Matebook X Pro, il manufacturer cinese ha portato a Barcellona anche i nuovi (edizioni 2019) Matebook 14 e 13. Il primo mutua dal top gamma la scelta dei processori di 8° generazione, ma non della potenza grafica, qui affidata alla GPU integrata Intel UHD 620, comunque sufficiente per supportare il display da 14 pollici con risoluzione 2K QHD (1.440p) ed aspetto panoramico a 3:2, esteso su pressappoco il 90% della superficie, sempre sloggiando sulla tastiera la fotocamera per le videoconferenze. Presente il jack da 3,5 mm, le porte USB qui si riducono a due (delle quali solo una Type-C) ma, in compenso, visto il maggior spessore del terminale, queste ultime sono a grandezza standard e, in più, viene guadagnata l’aggiunta di una HDMI per connettere display esterni o la TV del salotto.

Il Matebook 13 (2019), basato sul modello del Novembre scorso, pur vantando sempre un display FullView 2K contenuto entro cornici molto esili, ne scala il body-to-screen al comunque ragguardevole valore dell’88%: in questo caso, il setting logico conferma sia la scelta dei processori Intel Core i5 8265U o i7 8565U, comuni a tutti i nuovi arrivati, che quella della scheda grafica integrata (Intel UHD 620), come nel gemello con display da 14”. Le memorie, invece, prevedono 8 GB per la RAM, ed i tagli alternativi da 256 o 512 GB per l’archiviazione dei dati.

Per la distribuzione, i nuovi Matebook di Huawei arriveranno con prezzi a salire a seconda delle configurazioni scelte per il modello preferito. In particolare, Il Matebook X Pro (Aprile 2019) parte già da 1.599 euro, pur accontentandosi di un processore i5 abbinato a 8+512 GB, e sale a 1.999 euro preferendo 16 GB + 1 TB con una CPU i7. In modo simile, 999 euro verranno richiesti acquistando un Huawei Matebook 13 (dal 14 marzo 2019) con processore i5, mentre ne serviranno ben 1.199 per la variante con processori i7, e 1.299 euro per quella che, all’i7, aggiungerà anche il touchscreen. Infine, il MateBook 14” (Q2 del 2019) sarà listato a 1.199 euro per la variante i5 con RAM a 8 GB, ed a 1.499 euro per quella con processore i7 e RAM da 16 GB.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - I nuovi Matebook di Huawei confermano sostanzialmente il design dei predecessori, con ulteriori affinamenti delle cornici ed attenzione incrementata al display: i processori di 8° generazione offrono lo spint necessario ed un'ottima efficienza energetica. Interessanti le soluzioni progettuali che prevedono lo scanner biometrico nel tasto d'accensione, e la webcam nella tastiera, oltre al tool sw/hw per lo scambio di dati con i telefoni compatibili.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!