Iscriviti

Huawei MateBook 13, con processori Whiskey Lake e 10 ore d’autonomia

Nel corso di un evento organizzato nell'Accademia della Scienza cinese, Huawei ha alzato il sipario sul nuovo ultrabook varato in antitesi al recentissimo MacBook Air di Apple: ecco il MateBook 13, con 10 ore d'autonomia e processori Whiskey Lake.

Hi-Tech
Pubblicato il 6 novembre 2018, alle ore 19:38

Mi piace
10
0
Huawei MateBook 13, con processori Whiskey Lake e 10 ore d’autonomia

Giornata ricca di presentazioni hi-tech in Cina, con il brand Huawei che ha organizzato il suo evento addirittura nella sede del Wuhan Research Institute, una sorta di Accademia cinese delle Scienze: il motivo di una location così particolare è presto detto, visto che si trattava di presentare l’innovativo ultrabook Huawei MateBook 13, con processori Whiskey Lake.

Secondo quanto dichiarato, a mo’ di claim pubblicitario, il nuovo Huawei MateBook 13 è particolarmente sottile e leggero (14.9 mm di spessore, per 1.28 kg), il che lo rende del 6% più piccolo del nuovo MacBook Air, rispetto al quale è più sottile di 0.7 mm, ma più pesante di 30 grammi: la parte che si palesa all’utente, ad apertura avvenuta, entro cornici di appena 4.4 mm (comunque adeguate per alloggiare il alto la webcam, nel MateBook X Pro nascosta tra i fasti funzione della keyboard), è il particolarmente luminoso (300 nits) display LCD IPS da 13.3 pollici, che occupa l’88% della superficie frontale con un aspetto panoramico a 3:2, una risoluzione di 2160 x 1440 pixel, e un’ottima riproduzione del colore (100% sulla scala sRGB).

Di rimando, il modulo tastiera dello Huawei MateBook 13 propone – a destra – il jack combo per cuffie e microfono e – a sinistra – una porta USB Type-C con la quale procedere anche alla ricarica della batteria, da 42 Wh, accreditata di 10 ore di autonomia, anche grazie all’adozione del sistema operativo Windows 10.

Protetto in ambito sicurezza da uno scanner per le impronte, occultato sotto il tasto d’accensione, il MateBook 13 di fine 2018 si avvale di 8 GB di RAM (però LPDDR3-2133) e di uno storage pari a 256 GB erogati in SSD: il setting computazionale, invece, varia secondo il modello scelto, con quello base che si avvale di una scheda grafica integrata Intel UHD 620, declinando il processore Whiskey Lake di 8° gen (U-series, processo produttivo a 14nm++, con 15 watt di TDP) in forma di Core i5-8265U, mentre il modello più prestante impiega la dedicata GPU GeForce MX150 di Nvidia in tandem col processore (sempre di avanzata 8° generazione) Core i7-8565U

Completa la scheda tecnica del MateBook 13 di Huawei la presenza di un modulo NFC, qui interfacciato dalla tecnologia Huawei Share 3.0, onde favorire un celere (30 MB/s) scambio di dati (es. 1000 foto in 2 secondi) tra smartphone compatibili (EMUI 9.0 in avanti) e computer Huawei. Allestito nelle livree argento, oro rosa, e grigio, il nuovo Huawei MateBook 13 arriverà in commercio a prezzi ancora ignoti a Dicembre

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Lo Huawei MateBook 13 è davvero splendido a vedersi, e già basterebbe questo a giustificarne l'acquisto: la cura nella dieta dell'ultrabook, però, tradisce una cura progettuale che lascia intravvedere come il device sia stato rinnovato anche all'interno, ora più potente ed efficiente grazie ai nuovi processori Intel Whiskey Lake presentati a fine Agosto. Ottima la scelta di collocare nella posizione più abituale la webcam, notevole - invece - l'introduzione della tecnologia NFC quale sistema per scambiare i dati con lo smartphone.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!