Iscriviti

Matebook D 14 e Matebook D 15: aggiornati da Huawei con i processori Ryzen 5000

Coloro che prediligono i processori AMD saranno certamente appagati dal fatto che il marchio cinese Huawei ne ha profuso le ultime creazioni all'interno dei quindi rinnovati notebook top gamma Matebook D 14 e Matebook D 15.

Hi-Tech
Pubblicato il 28 maggio 2021, alle ore 13:33

Mi piace
3
0
Matebook D 14 e Matebook D 15: aggiornati da Huawei con i processori Ryzen 5000

Sulla falsa riga di Redmi e Xiaomi, anche Huawei ha colto l’occasione dell’arrivo dei nuovi processori AMD Ryzen 5000 per aggiornare alcuni portatili top, come i rinnovati Matebook D 14 e Matebook D 15 che, di conseguenza, beneficiano di un miglioramento nelle prestazioni e nelle connettività.

Huawei Matebook D 14 e Matebook D 15 sono quasi lo stesso portatile, con un display LCD IPS risoluto in FullHD, col 100% di copertura sullo spazio colore sRGB: nel primo modello, il pannello è da 14 pollici, esteso sull’84% di screen to body mentre, in quello più grande, è ovviamente inserito uno schermo da 15.6 pollici, esteso sull’87% dell’area disponibile. Ciò testimonia il fatto che, in ambedue i Matebook persiste la tradizione del collocare la fotocamera, da 720p, nella tastiera, tra i fasti funzione.

Nel corpo macchina, ambedue i dispositivi integrano la possibilità di orientarsi tra due processori AMD, con la facoltà di scegliere tra un hexacore (da 1.8 a 4 Ghz), il Ryzen 55500U, e un octacore (da 2.1 a 4.3 GHz), in veste di Ryzen 7 5700U, mentre, per la grafica, è di stanza una più prestante GPU integrata, Radeon Vega che, non a caso, ha otto core con frequenza a 1.900 MHz.

Messi a sicuro i dati con uno scanner per l’acquisizione delle impronte digitali, i rinnovati Matebook D 14 e D 15 completano l’allestimento computazionale, in appoggio al summenzionato segmento elaborativo, con una dotazione mnemonica da 16 GB di RAM (DDR4) e 512 GB di storage SSD, cioè a stato solido. Le porte multimediali sono, in ambedue i gemelli diversi, formate dal jack da 3.5 mm e dalla HDMI: il Matebook D14 ha solo due USB Type-A (di cui una 3.2 e una 2.0) mentre il D 15 sfrutta il maggior spazio a disposizione per aggiungere un’altra USB 2.0.

Passando al wireless, nelle attività in live streaming si beneficerà della minor latenza del Wi-Fi 6 mentre eventuali attività di trasmissioni audio o di semplice connessione con dispositivi non cablati godrà delle minor interferenze subite dal Bluetooth 5.1.

Sempre determinante. nei rinnovati Matebook D 14 e Matebook D 15, è il capitolo autonomia: come nei corrispettivi con processori Intel di 11a gen, il modello più piccolo ha una batteria da ben 56 Wh, mentre quello più grande si accontenta di 42 Wh. La carica veloce, via USB Type-C, a 65 W, è un altro regalo della variante Intel. Predisposti nelle nuance Deep Space Grey (grigio scuro) o Silver (argento), i nuovi modelli arriveranno in commercio partendo dal mercato cinese, il 1° Giugno, col D 14 prezzato a 4.599 yuan (591 euro) per l’iterazione con Ryzen 5500 e a 4.699 yuan (604 euro) per quello col Ryzen5700: di contro, il se il Ryzen 5500 dovesse esser montato sul D 15 ne porterebbe il costo a 5.099 yuan (655 euro), mentre il chip AMD Ryzen 5700U eleverà a 5.199 yuan (668 euro) il costo del D15.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Grosso modo, non si può parlare di veri e propri nuovi laptop, anche se il cambio di processore ha portato indubbiamente a delle variazioni apprezzabili: gli AMD sono ormai da tempo degni avversari dei processori Intel e, dunque, è proprio sulle prestazioni che gli amanti di questi laptop possono stare tranquilli.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!