Iscriviti

JMGO annuncia due proiettori low cost a tiro ultracorto (uno in tandem con Leica)

Trascorso qualche mese dalla raccolta di consensi e fondi su Indiegogo, JMGO ha ufficialmente avviato le vendite di due accessibili proiettori a tiro ultracorto, i JMGO 01 e 01 Pro, col secondo che risulta co-progettato assieme a Leica.

Hi-Tech
Pubblicato il 23 febbraio 2022, alle ore 14:02

Mi piace
1
0
JMGO annuncia due proiettori low cost a tiro ultracorto (uno in tandem con Leica)

Ascolta questo articolo

Una delle categorie hardware dedicato all’intrattenimento di maggior successo negli ultimi tempi è quella dei proiettori a tiro ultracorto, visto che permettono di godere di un’esperienza cinematografica pur non disponendo degli ingombri di un maxi salotto. Il problema di questo genere di prodotti, che ne costituisce una barriera all’adozione, è quella del prezzo: a titolo di esempio, il WeMax Nova costa più di 2.000 dollari negli USA, mentre il Mi Laser Projector di Xiaomi su Walmart si mantiene poco sotto tale cifra (1.950 dollari). 

Il marchio cinese JMGO, attivo da 10 anni nel settore dei proiettori, noto per il modello premium U2, ha pensato di risolvere l’inconveniente in oggetto progettando due proiettori a tiro ultracorto i JMGO O1 e O1 Pro che, dopo l’esordio in crowdfunding nei mesi scorsi su Indiegogo, sono ora disponibili all’acquisto sull’e-commerce dell’azienda.

Di base il JMGO 01 (308 x 235 x 97 mm, per 2.3 kg), listato a 899.99 dollari (scontata di 200 sul prezzo finale di 1.099.99 euro), adopera una sorgente luminosa a LED garantita per funzionare  45mila ore (5 anni non-stop o più realistici 15 anni con 8 ore quotidiane) per ottenere immagini FullHD con 800 ANSI lumen di luminosità, 5.000:1 di contrasto, e 120% sul color gamut NTSC: il rapporto di proiezione, da 0,25:1, gli permette di ottenere diagonali da 65 pollici a 13.97 cm, di 80 pollici a circa 25 cm dalla superficie scelta, e di 100 pollici a 35 cm.

Ovviamente, non mancano la correzione della distorsione trapezoidale e la messa a fuoco, automatiche e manuali. Ancora in termini di funzioni evolute, sono presenti un sistema di protezione della vista qualora un animale o una persona attraversi il raggio di luce e la possibilità di elevar la precisione delle immagini attraverso la calibrazione del colore della parete. Lato audio, sono presenti due speaker da 7W calibrati da Dynaudio. 

Sul retro spiccano due porte USB, altrettante HDMI (es. per Chromecast visto che il mirroring da Android si basa sull’app Eshare, mentre quella da iOS beneficia dell’AirPlay 2), un ingresso ottico a uso audio e una RJ45 per la LAN (comunque presente il modem per il Wi-Fi e il Bluetooth, usato per il telecomando). A giostrare il tutto, lato hardware, interviene il processore quadcore MediaTek MT9669, con 3 GB di RAM e 16 GB di storage sul quale alberga il sistema operativo proprietario LunaOS (a base Android), con widget per il meteo, la messaggistica, l’ora, la musica (con funzione karaoke), la galleria d’arte e l’assistente vocale (Alexa nell’iterazione globale del prodotto). 

La vera star del duetto è il modello JMGO 01 Pro (380 x 311 x 116 mm, per 4 kg), co-progettato con Leica (fornitrice dell’obiettivo Leica Summicron P 1:2.0/1.5 ASPH) grazie alla quale si sono ottenuti vantaggi in termini di riduzione della luce riflessa, nitidezza, riduzione del rumore, bassa emissione della luce blu, riproduzione del colore e gamma dinamica. Tecnicamente, il prodotto, che ha molto in comune col modello base, risulta migliorato da tale prestigiosa partnership anche nel rapporto di tiro, da 0,21:1, nel contrasto, da 6.000:1, nella luminosità, da 1.250 ANSI lumen, con un tasso di distorsione dell’immagine che depone a proprio favore (0.5 vs 1%).

I gamers potranno apprezzare la modalità a bassa latenza, ma anche l’audio gode di un miglioramento, visto che Dynaudio è potuta intervenire su speaker qui da 10W con Dolby Audio e DTS-HD. Dulcis in fundo, la variante Pro del proiettore JMGO 01 Pro, listata a 1.699.99 dollari, ha più storage (64 GB), e due fotocamere Ai based, con quella anteriore che consente il controllo via gesti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Indubbiamente il modello Pro vanta una collaborazione prestigiosa che, per i puristi dell'immagine è consigliatissimo: però va detto che anche il modello base è assai completo e, nel complesso, è quello di gran lunga più economico tra i due, e molto accessibile anche in assoluto, paragonato ai prodotti di altri marchi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!