Iscriviti

I proiettori di Hisense, BenQ, ViewSonic e Nebula by Anker al CES 2022

In occasione del CES 2022, sono state diverse le aziende, in gran parte focalizzate tra Cina e Taiwan Hisense, con l'eccezione di ViewSonic , a presentare i propri proiettori hi-tech di fascia alta: ecco un breve recap con anche BenQ, Hisense e Nebula by Anker

Hi-Tech
Pubblicato il 7 gennaio 2022, alle ore 14:01

Mi piace
1
0
I proiettori di Hisense, BenQ, ViewSonic e Nebula by Anker al CES 2022

Una categoria di prodotto che è passata un po’ sotto traccia al CES 2022 di Las Vegas è stata quella dei proiettori smart, categoria nella quale hanno prospettato le loro future novità marchi rodati nel settore, del calibro di Hisense, BenQ, ViewSonic e Nebula by Anker.

Incrementato il proprio fatturato del 20% rispetto a un anno fa, il brand cinese Hisense ha colto l’occasione del CES 2022 in primis per aggiornare le serie di smart ULED TV con tecnologia Quantum Dot, con e senza mini LED, partendo dalla U6H per arrivare alla U8H, con un’ampia scelta di polliciaggi (da 50 a 85”, con quest’ultimo che, nella serie U9H, può vantare 4.000 zone di retroilluminazione a mini LED), una risoluzione sino all’8K (per la serie 85U9H, da 85 e 75”, con Google TV e luminosità a 3000/2000 nits), tanta attenzione ai gamers (RR da 120 Hz, Game Mode Pro con VRR) ed agli amanti della qualità cinematografica (HDR10+ / Dolby Vision IQ, Filmaker Mode). 

Ciò per cui, però, più ha stupido il brand di Zhou Houjian è la messa in campo di nuove cosiddette Laser TV, con risoluzione sino all’8K, in realtà dei proiettori a tiro ultracorto utili per avere display di grandi dimensioni pur in stanze non molto spaziose: nel caso specifico, a Las Vegas sono arrivati, accomunati dal supporto al Dolby Vision (una novità) e all’HDR10, dalla Filmaker Mode, dal 107% di copertura del color gamut BT.2020 e dall’integrazione dell’HDMI Ultra High Speed, i modelli L5G, con schermi da 100/120” e immagini in 4K e, sempre con tale risoluzione, ma pure con le ottimizzazioni TriChroma, i modelli PX1-PRO, abbinati a schermi da 90 a 130”. Più avanti, ma sempre nel 2022, beneficiando di dimensioni compatte e di prezzi non troppo alti, arriverà anche un modello di “Laser TV”, il primo al mondo, con risoluzione 8K

Dalla taiwanese BenQ arrivano proiettori per il gaming. Il modello X3000i, con obiettivo LED 4K, promette ai giocatori, con focus verso gli appassionati di elementi open world in 4K (es. Gear 5), bassa latenza quanto agli input, più precisione nel colore, migliore resa (via miglioramenti audio-visivi) per i giochi in HDR 4K, e altoparlanti integrati. Il modello FPS 4K TK700 (1.499 dollari), invece, promette appena 16 ms di ritardo nel gestire flussi video 4K@60Hz. 

Dalla California, grazie all’imprenditore taiwanese James Chu arrivano (sul mercato, negli USA, ad Aprile) i proiettori ViewSonic a LED, per l’home theater, X1 (forse a 999 dollari) e X2 (ipotizzato a 1.099 dollari). Ambedue, garantiti per 30mila ore, supportano la risoluzione FullHD, garantendo immagini molto luminose (3.100 ANSI lumen), potendo ottenere immagini sempre perfettamente allineate indipendentemente dalla posizione di montaggio, grazie alla regolazione a 4 angoli ed alla correzione della distorsione trapezoidale in orizzontale e verticale. I contenuti, accompagnati nel sound dall’integrazione di speaker Harmon Kardon, ed esaltati (125%) nella gamma colore Rec.709 via tecnologia Cinema SuperColor+, possono essere acquisiti via HDMI 2.0 (con anti-pirateria HDPC 2.2) o stoccando il tutto sui 16 GB di storage via USB Type-A e C. A differenziare i due prodotti sono due fattori: nel primo modello si ha lo zoom ottico 1.3x, l’obiettivo con focale standard e la possibilità di fregiarsi dello spostamento verticale dell’obiettivo, mentre nel secondo modello lo zoom ottico è 1.2x e l’obiettivo è a focale corta.

Si torna in Cina con Anker che, via marchio Nebula, ha presentato, con esordio su Kickstarter l’11 Gennaio (2.199 euro), il proiettore 4K Cosmos Laser con tecnologia laser ALPD 3.0 per la resa di immagini molto luminose (2.400 ANSI Lumen), automatismi nella correzione della distorsione trapezoidale, messa a fuoco in 3 secondi, tecnologia di protezione della vista, e speaker da 30 W. Il terminale è animato da Android TV 10 ma non supporta nativamente Netflix, comunque coperto dalla messa a disposizione, per il mirroring dallo smartphone, di un apposito dongle 4K

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Anche nei proiettori, come nelle TV, sto notando una certa attenzione ai gamers, e la tendenza a fornire prodotti completi con anche gli speaker integrati: tutti i modelli accennati sono di fascia alta ma indubbiamente sono molo suggestive le proposte di Hisense che crede tanto nel suo prodotto da averlo denominato appunto "Laser TV".

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!