Iscriviti

Fotografia a sviluppo istantaneo: al CES 2019 di scena anche Polaroid e JollyLook

Nel corso del CES 2019 di quest'anno, la fotografia ha fatto rima con stampa istantanea e, oltre alle proposte di Kodak, ha trovato piena espressione anche in quelle di Polaroid, e dell'ancor più vintage JollyLook (con la relativa fotocamera a soffietto).

Hi-Tech
Pubblicato il 14 gennaio 2019, alle ore 20:32

Mi piace
6
0
Fotografia a sviluppo istantaneo: al CES 2019 di scena anche Polaroid e JollyLook

Molto spesso, anche le più grandi innovazioni hi-tech difettano di personalità e, nel tentativo di guadagnarne, guardano al passato. Da ciò, il passo verso il fascino retrò della tecnologia è breve e, mai come quest’anno, ciò si è evidenziato al CES 2019, ove la fotografia è stata declinata all’insegna dell’instant printing, con le proposte di Polaroid e JollyLook andate ad aggiungersi a quelle di Kodak.

L’americana Polaroid, ormai pienamente al passo con i tempi, già ad IFA 2018 aveva anticipato la sua nuova fotocamera istantanea, nota come Polaroid OneStep+: al CES 2019, gli utenti, installando l’app per smartphone Polaroid Originals, hanno potuto testare la nuova instant camera sfruttandone varie funzionalità, come lo scatto da remoto, la doppia esposizione, ed i nuovi filtri cinematografici colorati o in bianco&nero. 

Oltre a tale prodotto, Polaroid ha presentato due articoli fotografici della serie Mint, accomunati dallo stampare senza l’inserimento di cartucce ed il conseguente uso di inchiostro, grazie alla tecnologia “ZINK-Zero Ink che prevede l’impressione termica di una speciale carta fotografica. Di questi, la Polaroid Mint Instant Digital Camera – abilitata anche ai selfie via apposito specchietto – è una fotocamera verticale che, realizzato lo scatto, lo memorizza nelle schedine microSD, o lo stampa in formato 2×3 su speciali cartoline adesivePolaroid Mint Digital Pocket Printer, in pratica, è lo stesso prodotto al netto della sezione fotografica, assente: di conseguenza, grazie al Bluetooth, si occupa di stampare – allo stesso modo – le foto dallo smartphone

Grazie alla leggera (5 kg per 120 x 120 x 120 mm) stampante 3D PlaySmart (449 euro, per UK ed Europa), poi, il concetto di stampa istantanea di Polaroid ha abbracciato le 3 dimensioni, con un gadget dotato di display da 5 pollici, comandabile anche via app grazie al Wi-Fi, in grado di importare e scaricare (sulla ROM da 2 GB, anche da periferiche USB o schedine SD) modelli tridimensionali, stampati poi in polimero PLA

Dalla società ucraina Jollylook, infine, è arrivata l’economica (59 euro) ed ecologica (chassis in cartone riciclato rivestito di vilpelle impermeabile) Jollylook Camera (85 x 127 x 48 mm), una fotocamera che, nel meccanismo a soffietto tipico delle Folding, basato su un otturatore (a 3 tempi) mosso a molla e con espulsione delle foto via manovella, e nelle colorazioni usate (nero, oro, e rosso), ricorda le fotocamere di inizio ‘900: a parte il fascino vintage, ravvisabile anche nell’ampia scelta di diaframmi (6), distanze per la messa a fuoco (4), e nella presenza del foro stenopeico, la Jollylook Camera si dimostra anche moderna (supporto, nella stampa istantanea, alle pellicole Fujifilm Instax Mini) ed anticipatrice dei trend attuali (in virtù dei filtri polarizzati colorati). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Che belle le fotocamere a stampa istantanea: le Polaroid, come pure le Kodak (o le Fujifilm) consentono di creare dei post-it colorati, magari anche arricchiti in fase di editing tramite le app per smartphone e, in questo modo, uniscono il meglio della fotografia di due epoche diverse. Molto bello anche il progetto ucraino, ancora più vintage se possibile che, si spera, un domani possa arricchirsi anche di qualche connettività utile a garantire lo scatto remoto e la stampa delle foto da smartphone.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!