Iscriviti

CES 2019 e BETT 2019: ecco le presentazioni di MSI ed HP per il gaming, il business, e la scuola

Tra CES 2019 e imminente BETT 2019, le presentazioni di portatili non stanno mancando. MSI ha già palesato una coppia di nuovi gaming notebook della serie Raider, oltre a un notebook per "esploratori", mentre HP guarda con interesse crescente alla scuola.

Hi-Tech
Pubblicato il 22 gennaio 2019, alle ore 13:22

Mi piace
7
0
CES 2019 e BETT 2019: ecco le presentazioni di MSI ed HP per il gaming, il business, e la scuola

Al guado tra il CES 2019 di inizio Gennaio, ed il BETT 2019 di fine mese, MSI ed HP hanno presentato diversi notebook, tra cui alcuni gaming notebook (anche professionali) per il brand taiwanese, ed una coppia di leggeri Chromebook a scopo educational per quello americano.

La taiwanese Micro-Star International ha sfruttato il recente CES 2019 di Las Vegas per presentare i suoi nuovi portatili, ottenendo una dozzina di riconoscimenti “CES Innovation Honorees“. Dopo gli ultimi progetti dedicati ai creativi (MSI P65 e MSI PS42) è di nuovo tempo di gaming notebook, con l’annuncio – tra i vari prodotti presenti – dei GS75 Stealth e GE75 Raider: i due notebook si somigliano molto, a cominciare dalle specifiche computazionali, con processori Intel I7 di 8° generazione e schede grafiche Nvidia GeForce della gamma RTX serie 2080, senza dimenticare la RAM (sino a 32 GB, DDR4), lo storage personalizzabile (solo HDD SATA, SSD SSD M.2 PCIe, o ibrido), la batteria a 6 celle (da 51Whr), l’audio al top (Dynaudio, Nahimic, chip dedicato ESS SABRE, 2 speaker e 2 woofer sempre da 3W), e la realizzazione in alluminio anodizzato.

Il primo modello, però, di distingue per cornici corte sui 4 lati del display, un pannello IPS da 17.3 pollici FullHD con 144HZ di refresh rate, cui fa da contraltare un touchpad enorme, e per l’esilità dello spessore (1.9 cm). Il secondo, invece, su una texture tridimensionalmente geometrica, mette in campo anche la tastiera per-key RGB realizzata dallo specialista del settore, SteelSeries, sotto la quale opera un sistema di raffreddamento proprietario (il Cooler Boost 5), e l’applicazione “Player MSI” concepita per giocare ai titoli da smartphone avvalendosi di mouse e tastiera.

Caratterizzato da uno spiccato senso “esplorativo (confermata dalla partnership con Discovery Channel), l’MSI PS63 Modern (equipaggiato anche con 2 speaker da 2W, connettività Wi-Fi ac / Bluetooth 5.0, ed uno scanner biometrico) si presenta come un silenzioso notebook facilmente trasportabile (15.9 mm di spessore per 1.65 kg) per i professionisti, intenti a creare – su un display da 15.6 pollici FullHD (anche di notte, in virtù della tastiera single backlight) – contenuti avvalendosi delle avanzate capacità di multi-tasking messe in campo, per circa 16 ore (ricarica rapida Qualcomm Quick Charge 3.0), dal processore Intel Core I7 (8° gen), dalla GPU GeForce GTX 1050 (naturalmente Nvidia), dai massimo 32 GB di RAM (DDR4-2400) ben coordinati dal Creator Center, ospitato – come il sistema operativo – sullo storage (SSD M.2) con slot per un ulteriore M.2 SSD.

Alla vigilia del BETT 2019 di Londra, l’americana HP non si guarda indietro, e punta al settore educational con i nuovi e resistenti (MIL-STD 810G, tastiera immune agli spruzzi, Gorilla Glass, resistenza a cadute sul cemento da 76 cm) Chromebook X360 11 G2 e Chromebook 11 G7.

Sostanzialmente, si tratta di portatili con ChromeOS differenziati dal fattore di forma, col primo modello che ruota il display totalmente, in modo da assumere le canoniche posizioni a tenda, stend, e tablet, ed il secondo più tradizionale nell’uso da notebook, con un display (opzionalmente anche touch) sempre da 11 pollici con risoluzione da 1366×768 pixel e digitalizzatore Wacom EMR, sormontato da una webcam 720p. Anche le configurazioni base variano, sebbene in ambedue i casi si possa arrivare ad una RAM massima di 8 GB ed a uno storage di non oltre i 64 GB (eMMC 5.0): i processori, Intel Celeron, declinano la N-series secondo capacità differenti (N4000 vs N4100). In compenso. vi sono 3 USB 3.1 (una Type-A e un paio di Type-C), l’espansione dell’archiviazione via microSD, il jack combo da 3.5 mm, delle connettività Wi-Fi ac MIMO 2×2 (Miracast supportato) e Bluetooth 5.0, e una batteria da 47.35 Wh per 11 ore di operatività.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - I Chromebook di HP, come anche quelli di altri brand varati in questo periodo, mi incuriosiscono non poco: da quello che si legge in giro, sono sempre più in grado di sostituire completamente, anche come software e capacità di calcolo, i portatili veri e propri, con Windows 10. Il fatto, poi, che siano spesso più economici, con avvii fulminei, e molto resistenti, non guasta affatto. Volendo la potenza bruta, ed anche un look mica male, i portatili da gaming e per il business di MSI portati al CES 2019 sono una scelta più indicata, a patto di metter mano ad un'ingente spesa.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!