Iscriviti

Beolit 20: il nuovo speaker di Bang e Olufsen migliora anche nell’autonomia

In vista delle festività natalizie, che vivranno una dimensione per lo più domestica dell'intrattenimento, il brand danese Bang e Olufsen ha messo a disposizione la propria firma audio, in uno speaker di piccole dimensioni, con tanti assi nella manica.

Hi-Tech
Pubblicato il 30 ottobre 2020, alle ore 01:32

Mi piace
5
0
Beolit 20: il nuovo speaker di Bang e Olufsen migliora anche nell’autonomia

A pochi mesi di distanza dalla messa in campo dei propri auricolari “celebrativi”, il brand danese Bang e Olufsen torna a profondere il suo know how nell’intrattenimento domestico di livello premium, con un nuovo speaker intelligente (con listino a 500 euro), nuovamente incluso nella serie Beolit, disegnata nel 2012 dalla designer industriale Cecilie Manz.

Erede stilistico del Beolit 17, il nuovo speaker Beolit 20 (135 x 230 x 189 mm, per 2.7 kg, nelle colorazioni Black Anthracite e Grey Mist) si conserva pregiato anche nella scelta dei materiali, che vedono l’impiego dell’alluminio anodizzato per la struttura, e della pelle conciata con sostanze vegetali per la maniglia laterale. Qualche piccolo cambiamento, all’esterno, non manca, seppur dettato da motivi pratici: il rivestimento perimetrico ha un motivo forato che lascia passare il 45% in più di aria, ideale per supportare al meglio il suono avvolgente della tecnologia “True360”, mentre il tettuccio palesa una diversa curvatura, visto che nasconde una basetta di ricarica wireless Qi, ideale per caricare (a 5W) anche gli smartphone (es. i nuovi iPhone).

Naturalmente, opportunamente celate alla vista, non mancano le connettività per acquisire la musica dalle relative sorgenti: a tal proposito, lo speaker Beolit 20 di Bang e Olufsen può avvalersi fisicamente del jack da 3.5 mm o, in wireless, del Bluetooth 4.2, con supporto ai codec SBC ed AAC

All’interno, il Beolit 20 di Bang e Olufsen ospita tre driver da 1.5 pollici (3.81 cm), connessi con un amplificatore da 35W, e un subwoofer da 5.5 pollici (quasi 14 cm) a sua volta gestito da un amplificatore di classe D. A presidiare i bassi, come appurato dalla risposta in frequenza dell’apparato (da 37 Hz a 20 kHz), badano due radiatori passivi, dimensionati ciascuno a 4 pollici (poco più di 10 cm). Il risultato di un tale array consente allo speaker danese, in ragione di ciò adatto ad ambienti di almeno 10/50 metri quadrati, di vantare, ad appena un metro, un volume massimo già da 93 decibel (con conseguente predisposizione anche all’uso esterno). 

L’autonomia dello smart speaker Beolit 20 è affidata ad una batteria da 3.200 mAh di capienza energetica che, rabboccata via Type-C, garantisce sino a 37 ore a volume basso, o più realistiche 8 ore complessive a volume normale. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Molto bello, come un po' tutta la linea di questi speaker: la Manz ha davvero tanto nell'ideare prodotti minimali, sobri, ma anche moderni ed eleganti. L'ultima iterazione degli speaker Beolit migliora sotto tanti piccoli punti di vista, col risultato di offrire un'esperienza utente, però, notevolmente arricchita, ad un prezzo nel complesso giusto per un prodotto premium.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!