Iscriviti

Paola Caruso in ansia per le sue due mamme

La showgirl è in quarantena col piccolo Michelino e da tempo ormai non vede le due mamme. Entrambe abitano in Calabria e a causa dell'isolamento non ha potuto vederle.

Gossip
Pubblicato il 1 maggio 2020, alle ore 16:07

Mi piace
Paola Caruso in ansia per le sue due mamme

Non è un buon momento per Paola Caruso, l’isolamento la sta mettendo a dura prova, ma soprattutto a preoccuparla è la lontananza dalle sue due mamme. In un’intervista rilasciata al settimanale “Nuovo” Paola ha confessato di essere preoccupata per quanto sta accadendo e al momento è sola con il figlio Michelino ad affrontare la quarantena.

La sofferenza della Caruso è dovuta al fatto che da tempo non vede le due persone più importanti della sua vita. Ricordiamo che Paola ha incontrato la madre biologica dopo tantissimi anni. Infatti, lei era stata adottata dalle due mamme, ma ha un rapporto sereno con entrambe. Le due donne vivono al Sud, in Calabria, e poiché non si può andare fuori dalla propria regione vederle è stato impossibile.

A mettere ansia alla Caruso è soprattutto mamma Wanda, la madre adottiva, che è sofferente. La donna non godeva già di buona salute prima che scoppiasse la pandemia. Paola è dunque preoccupata e ha paura che possa accaderle qualcosa. Nell’intervista ha infatti rivelato di essere ansiosa per lei e teme che possa peggiorare.

La showgirl ha aggiunto che ogni giorno si sente con le due donne e grazie alle videochiamate possono anche vedersi. L’opinionista non ha neanche potuto festeggiare la ricorrenza dell’incontro con la madre, anzi del giorno in cui ha saputo con certezza che si trattava della madre biologica.

L’incontro è avvenuto nel programma “Live – Non è la D’Urso, il 18 aprile 2019, e fu allora che Paola lesse che il risultato del dna era positivo. Paola ha anche festeggiato il compleanno di Michelino da sola con lui, quindi anche questo le mette tristezza e non vede l’ora di poter riunire tutta la famiglia. Il bambino è molto affezionato alle due nonne e presto tutti potranno riabbracciarsi, sperando che l’epidemia rallenti e si possa tornare ad un po’ di normalità.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!