Iscriviti

PlayStation Classic mini: la console retrogaming della Sony è stata un flop

La console Sony PlayStation Classic si è dimostrata un flop e il numero di sconti presenti, oltre che il numero di vendite le conferma. Anche le recensioni non sono il massimo.

Games
Pubblicato il 26 dicembre 2018, alle ore 13:32

Mi piace
5
0
PlayStation Classic mini: la console retrogaming della Sony è stata un flop

Quando Nintendo ha lanciato le console retrò NES e SNES Classic durante le festività natalizie, sono diventate immediatamente due tra i prodotti tecnologici natalizi più ricercati su Google e tra gli store online come Amazon. Tuttavia, con la Sony PlayStation Classic è una storia completamente diversa.

Invece di giocatori accaniti che inseguono delle vendite che dovrebbero risultare sold-out, è addirittura la Sony a mettere in offerta la console. Amazon sta attualmente vendendo la versione in miniatura della PlayStation Classic con uno sconto del 40%. Attualmente, infatti, può essere comprata a 60 euro, invece dei 100 euro del prezzo pieno. 

PlayStation Classic: non è tra le console retro più ricercate

Il taglio dei prezzi, a meno di due mesi dal lancio della console da parte di Sony, suggerisce che i fan sono tutt’altro che eccitati dalla prospettiva di giocare alla travolgente line up dei giochi offerti. Nella sua recensione su Trusted Reviews, Jake Tucker ha criticato la terribile raccolta di giochi e l’emulazione non proprio all’altezza.

Ha anche detto che è stato rovinato il ricordo dei titoli classici a cui era tanto affezionato da piccolo. La console è stata elogiata per la presenza di Tekken 3, e l’opzione per collegare la console alla TV tramite l’uscita HDMI. Ha concluso: “In definitiva, è difficile incolpare troppo la Sony per questo. Queste versioni di console retro dipendono dal gioco coinvolto, e la forza della PlayStation era sempre nelle sue proprietà con licenza e giochi di terze parti. Non avremmo mai visto Alien Trilogy o Independence Day, ma è difficile sentirsi entusiasti della maggior parte dei giochi offerti“. In pratica, ciò che viene criticato è il ridottissimo numero di giochi proposti di default, e l’impossibilità di inserire un proprio videogioco.

I giochi inclusi sono, infatti: Battle Arena Toshinden, Cool Boarders 2, Destruction Derby, Final Fantasy VII, Grand Theft Auto, Intelligent Qube, Jumping Flash, Metal Gear Solid, Mr. Driller, Oddworld: Abe’s Oddysee, Rayman, Resident Evil: Director’s Cut, Revelations: PersonaR4, Ridge Racer Type 4, Super Puzzle Fighter II Turbo, Siphon Filter, Tekken 3, Tom Clancy’s Rainbow Six, Twisted Metal, Wild Arms. Sono tanti i titoli che mancano e non è chiaro il perché si siano limitati a così pochi giochi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Premetto che io ho ancora la PlayStation 1 originale. Effettivamente, non capisco perché non diano la possibilità di caricare i giochi tramite una presa USB (tanto i giochi ormai sono reperibili ovunque) e non è chiaro neanche il perché abbiano limitato i titoli ad appena 20 e non, come con il Sega MegaDrive, ad oltre 80.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!