Iscriviti

Netflix si dà ai videogame: ecco i primi titoli disponibili

Come promesso nel recente passato, Netflix si è ufficialmente impegnata nel settore del gaming, anche se tramite alcuni videogame mobili, facendo partire un test ad hoc per gli utenti polacchi del suo client Android.

Games
Pubblicato il 27 agosto 2021, alle ore 02:22

Mi piace
1
0
Netflix si dà ai videogame: ecco i primi titoli disponibili

Netflix (comunque sempre impegnata sul terreno dei contenuti multimediali classici, come confermato dall’arrivo nel suo palinsesto di tutte le 9 stagioni della serie tv The Office) da diverso tempo mostra per il mondo per i videogame un certo interesse che, accompagnato dalle voci di una collaborazione con Sony, è stato chiarito formalmente nelle scorse settimane in una lettera agli investitori, nella quale si è anticipato, all’epoca senza troppi dettagli, che il tutto non si sarebbe tradotto in un cloud gaming ma (almeno all’inizio, si spera) in videogame lato mobile, cioè per smartphone, fruiti nell’ambito del proprio abbonamento in corso.

Proprio quello che è stato appena varato, ufficialmente, nelle scorse ore. L’account ufficiale “Netflix Geeked” ha annunciato il varo di un test in un paese in particolare, la Polonia, per gli utenti Android del client di Netflix, che permetterà loro di giocare ad alcuni videogame, senza alcun costo aggiuntivo oltre a quello del loro abbonamento, senza pubblicità, o micro-transazioni (es. acquisti in app per comprare potenziamenti o accelerare i propri progressi). 

Rispetto a quanto possibile con Google Stadia, il gaming di Netflix prevede che si possano scaricare dei giochi, direttamente dal Play Store di Android, per poi lanciarli esclusivamente da Netflix, e non come app autonome.

L’esperimento videoludico nel quale si sta cimentando Netflix coinvolge, per ora, solo due titoli, “Stranger Things: 1984” e “Stranger Things 3“, ideati a suo tempo per accompagnare l’uscita della seconda e della terza stagione dell’omonima serie sci-fi in onda proprio su Netflix, ed ora ritirati dalla pubblica disponibilità proprio per essere messi a disposizione degli abbonati alla piattaforma californiana del CEO Reed Hastings.

Secondo quanto rende noto Netflix stessa, quello in questione è solo il suo primo passo nel mondo del gaming, eseguito con la consapevolezza che vi sia ancora molto lavoro da svolgere in merito. Proprio in riferimento a quest’ultimo, sono stati promessi ulteriori aggiornamenti che verranno man mano forniti nel mentre la piattaforma “esplora l’aspetto dei giochi” nell’ambito della sua offerta. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Insomma, condiviso quanto asserito anche da altre testate: è vero che Netflix aveva messo le mani davanti spiegando in cosa NON sarebbe consistito il suo impegno iniziale nei videogame, però la realtà che si è palesata col test varato in Polonia è un po' deludente. In sostanza Netflix fa da launcher vincolante a una serie di videogame basati sui suoi contenuti filmici. Speriamo in meglio per il futuro...

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!