Iscriviti

Vaccino, 30 minuti con una "signorina a scelta" del bordello austriaco dopo la vaccinazione

Un noto bordello austriaco offre 30 minuti in compagnia di una "signorina a scelta" dopo l'inoculazione del vaccino contro il covid-19: nel locale è stato installato un hub vaccinale

Esteri
Pubblicato il 12 novembre 2021, alle ore 10:47

Mi piace
0
0
Vaccino, 30 minuti con una "signorina a scelta" del bordello austriaco dopo la vaccinazione

Il raggiungimento della tanto agognata immunità di gregge contro il Covid-19 è una sfida che molti paesi stanno prendendo molto sul serio, al punto da farsi promotori di campagne alquanto originali e “creative” per incentivare la popolazione a farsi vaccinare: marijuana gratis post vaccino a New Yorklotteria dei vaccini in Australia, bottiglia d’olio in regalo ad ogni vaccinato in Sicilia. Ma nessuno di questi incentivi è così insolito e “fuori dalle righe” quanto quello austriaco: la compagnia di “una signorina a scelta” di un noto bordello di Vienna.

Ebbene sì, l’Austria si spinge fino al punto di posizionare un hub vaccinale dentro un bordello, e di offrire un coupon ai clienti che accettano di farsi vaccinare. Il proprietario del “Fun Palace“, questo il nome del bordello in questione, Christophe Lee Lekker, è convinto che si tratti di una scommessa rivoluzionaria, una sorta di “dichiarazione” di intenti da parte di un’industria spesso definita malsana e messa in discussione per lo sfruttamento sessuale in molte parti del mondo.

L’offerta è di 30 minuti gratuiti in compagnia di una delle prostitute che vi lavorano, qualunque sia la scelta del cliente che prima deve rimboccarsi le maniche e fare il vaccino. L’idea nasce con l’intenzione di contribuire all’immunizzazione di massa nel paese, ma punta anche a dare un impulso alla ripresa dell’attività del bordello dopo l’arresto economico causato dalla pandemia.

A causa della pandemia, abbiamo registrato una diminuzione del 50% dei clienti e speriamo che con questa iniziativa ci sia un incremento dell’afflusso“, ha affermato il proprietario del bordello. Il progetto è iniziato il 1 novembre e si prevede di vaccinare i clienti per tutto il mese in corso, ogni lunedì tra le 16:00 e le 22:00. I beneficiari riceveranno un buono sauna club del valore di 40 euro.

L’Austria ha imposto una rigida regola chiamata 2G che vieta l’ingresso di persone non vaccinate in ristoranti, pub, discoteche e altri luoghi pubblici. Sono state introdotte restrizioni per contrastare la lentezza della vaccinazione, poiché solo il 65 percento degli austriaci è stato completamente vaccinato.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Rita Piras

Rita Piras - Che dire, si resta sgomenti davanti a tanta "creatività"... e cattivo gusto. Evidentemente in Austria credono che un uomo che fino a questo momento ha scelto di non farsi vaccinare sarebbe disposto a cambiare idea pur di trascorrere mezz'ora del suo tempo con una donnina del bordello, gratis. Che tristezza!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!