Iscriviti

USA, VIDEO-shock: poliziotto pesta ragazzina. Licenziato

A New Orleans, un poliziotto è stato licenziato dopo essere stato ripreso a pestare una ragazzina di 16 anni in cella. Il legale della giovane annuncia: "Ora dovrà operarsi ad un occhio per i danni riportati, faremo causa"

Esteri
Pubblicato il 3 luglio 2015, alle ore 15:26

Mi piace
0
0

La polizia americana è spesso al centro di aspre critiche, per via dei suoi metodi decisamente poco ortodossi, che comprendono non di rado l’esercizio della violenza gratuita. Basti pensare alla recente scia di abusi dei poliziotti ai danni dei sospettati, registrati in particolar modo grazie agli smartphone, che hanno scatenato un vero e proprio ciclone di critiche attorno a vari Dipartimenti negli Stati Uniti.

L’ultimo episodio di violenza ingiustificata da parte di un poliziotto nell’esercizio delle proprie funzioni, risale ad un video caricato nella giornata di ieri su YouTube, che riporta il pestaggio di un agente di polizia ai danni di una ragazzina di soli 16 anni.

L’uomo, che risponde al nome di Terrance Saulny, era un poliziotto del dipartimento di polizia di New Orleans, ed è stato licenziato in seguito ad un’indagine condotta dal Public Integrity Bureau (conosciuto con l’acronimo di NOPD, la sezione disciplinare deputata alle indagini interne nella città più rappresentativa della Louisiana). Saulny è stato infatti riconosciuto colpevole di uso non autorizzato della forza e di aver mentito durante l’interrogatorio, per aver affermato di non aver rivolto frasi ingiuriose alla giovane, cosa poi dimostratasi falsa.

Il poliziotto stava prestando servizio presso il New Orleans Juvenile Intake Division, quando è entrato nella cella di una 16enne tenuta in custodia presso la struttura, perché questa stava tirando calci alla porta. Terrance Saulny ha dunque tentato di ammanettarla, ma quando lei si è messa a discutere (pur senza mostrarsi aggressiva né opporre resistenza fisica), lui l’ha improvvisamente scaraventata contro la parete, utilizzando le manette come tirapugni per picchiarla (immagine censurata nel video proposto).

Quindi, grazie all’aiuto di un collega, l’ha immobilizzata legandole le caviglie e mettendole le manette attorno ai polsi, prima di uscire dalla cella. Il legale della famiglia della giovane ha sporto denuncia, in quanto sembrerebbe che ora la ragazza dovrà sottoporsi ad un intervento chirurgico ad un occhio in seguito alle percosse. Il Sovrintendente Michal Harrison, nel corso di una conferenza riguardante il licenziamento del poliziotto, ha affermato: “Non c’è posto nel nostro Dipartimento per ufficiali che maltrattano i cittadini”.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!