Iscriviti

USA: sparatoria nel supermercato, manager uccide 6 colleghi. Aveva fatto una lista di nomi da uccidere

Il 31enne Andre Bing, manager di un supermercato Walmart, ha fatto irruzione nella sala per la pausa ed ha sparato a 10 colleghi, uccidendone 6 prima di suicidarsi. Sul suo corpo è stata trovata una lista di nomi dei colleghi che voleva uccidere.

Esteri
Pubblicato il 23 novembre 2022, alle ore 22:17

Mi piace
0
0
USA: sparatoria nel supermercato, manager uccide 6 colleghi. Aveva fatto una lista di nomi da uccidere

Ascolta questo articolo

L’uomo armato che ha aperto il fuoco nella salaetta per la pasua di un punto vendita della catena Walmart era un manager del negozio che aveva programmato l’attacco ed aveva preparato una lista di nomi di colleghi da uccidere. L’assassino è stato identificato come Andre Bing, 31 anni, che sparato martedì sera alle 22:12.

Al momento della sparatoria, all’interno del punto vendita c’erano circa 50 clienti, impegnate in acquisti dell’ultimo minuto prima del giorno del Ringraziamento Nella della sala relax del punto vendita di Chesapeake, in Virginia, conteneva 14 dipendenti del turno serale, che erano impegnati in una riunione pre-turno.

Bing ha aperto il fuoco nella sala sul retro del negozio, ed ha sparato a dieci persone prima di uccidersi. Tre corpi, tra i quali quello dell’assassino Bing, sono stati rinvenuti nella sala relax quando è arrivata la polizia, mentre una terza vittima è stata trovata davanti al negozio. Altre tre persone sono state trasportate negli ospedali locali per ulteriori cure, ma sono morte in seguito a causa delle ferite riportate. 4 persone sono ancora ricoverate, e non è al momento chiaro se siano in pericolo di vita.

Al momento non è chiaro il movente dell’omicidio, e non è stato confermato se l’uomo fosse in possesso di un porto d’armi. Quando la polizia ha perquisito il corpo di Bing, hanno trovato un elenco che conteneva i nomi dei colleghi che desiderava prendere di mira, raccontano i media locali. La dipendente Jessie Wilczewski ha detto ai media che l’assassino le ha puntato contro la pistola e le ha detto di tornare a casa, mentre lei si nascondeva sotto un tavolo.

Gli ex colleghi oggi hanno descritto Bing come “strano” e hanno rivelato che era così paranoico all’idea di essere osservato dal governo che ha messo del nastro adesivo sopra la fotocamera del suo telefono. “Tutti lo chiamavano strano. Questo era tutto ciò che si poteva dire su Andre“,  ha detto ai giornalisti Shaundrayia Reese, che in precedenza aveva lavorato con lui, aggiungendo che aveva un atteggiamento “aggressivo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Spero che i 4 feriti possano recuperare e tornare al più presto nelle condizioni migliori. Mi dispiace tantissimo per le vittime, purtroppo in America la gente sembra aver veramente perso il lume della ragione, i pazzi che credono nelle teorie cospiratorie sono arrivati a dei livelli allucinanti, dovrebbero essere tutti rinchiusi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.