Iscriviti

USA, "Se siete in questa call, non sarete più impiegati qui": amministratore licenzia 900 persone su Zoom

Vishal Garg, amministratore delegato di una società di prestito mutui online, ha licenziato 900 impiegati tramite una call su Zoom. L'uomo ha dato la colpa a "cambiamenti di mercato", accusando poi gli impiegati di essere "pigri" e di "rubare lo stipendio".

Esteri
Pubblicato il 6 dicembre 2021, alle ore 23:41

Mi piace
1
0
USA, "Se siete in questa call, non sarete più impiegati qui": amministratore licenzia 900 persone su Zoom

900 impiegati di una società di prestito mutui online hanno saputo di essere stati licenziati tramite una chiamata di gruppo su Zoom. Ad annunciare la notizia della perdita del lavoro è stato l’amministratore delegato Vishal Garg, che ha in un colpo solo ridotto del 9% i lavoratori della società Better.com lo scorso mercoledì durante la call.

Il 43enne ha detto in modo schietto: “Questa è una notizia che non avreste voluto sentire. Se siete in questa call, fate parte del gruppo sfortunato che è licenziato. Il vostro impiego qui è terminato con effetto immediato“. Tra gli impiegati licenziati anche l’intero team di diversità, equità e inclusione, che si occupa delle denunce di razzismo e sessismo sul posto di lavoro. 

Come spiegazione per il licenziamento di massa di centinaia di impiegati, l’amministratore di Better.com ha dato la colpa al “cambiamento di mercato, che avrebbe comportato tagli per 7 miliardi di dollari nella forza lavoro della compagnia per evitare il tracollo. Uno degli impiegati licenziati, che non ha gradito la brutta notizia a tre settimane da Natale, ha registrato la chiamata e l’ha condivisa online, scatenando la reazione indignata del web.

Garg, che è stato in passato accusato di essere “instabile” dai suoi lavoratori ed avrebbe minacciato di spillare un ex socio d’affari al muro e bruciarlo vivo, ha in seguito gettato benzina sul fuoco in un post online nel quale ha accusato i suoi impiegati di “rubare per pigrizia. “Sapete che almeno delle 250 persone licenziate lavoravano in media 2 ore al giorno timbrando per 8 ore nel sistema delle buste paga? Rubavano a noi, ai nostri clienti che ci pagano le bollette e vi pagano gli stipendi. Educatevi,” ha scritto il padre di tre figli sul sito Blind.

Confermando di essere lui l’autore del post, Garg ha in seguito commentato: “Penso che avrebbe potuto essere formulato in modo diverso, ma onestamente il sentimento è quello“.  Durante la chiamata Zoom ha detto che per lui era difficile e che sperava di non piangere come aveva fatto in passato in situazioni simili. “È la seconda volta nella mia carriera che devo fare questo, e non lo vorrei fare. L’ultima volta ho pianto, stavolta spero di essere più forte“, ha detto alle centinaia di impiegati prima di annunciare loro il licenziamento.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - 200 persone sono accusate di falsificare le ore lavorative, quindi ne licenziano 900. Mi sembra una giustificazione estremamente sensata, invece che ridurre gli stipendi dell'amministratore delegato e di stringere il cerchio sulle persone che davvero sono dannose per l'azienda, perché non licenziare a caso il 9% degli impiegati a tre settimane da Natale?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!