Iscriviti

USA, litiga e tossisce su una donna malata di cancro: condannata

Una lite scoppiata in un negozio di casalinghi ha portato all'arresto di una donna, che ha prima litigato e poi tossito addosso ad un'altra cliente, malata di cancro. Una sentenza emessa giovedì negli USA l'ha condannata al carcere e non solo.

Esteri
Pubblicato il 12 aprile 2021, alle ore 12:34

Mi piace
0
0
USA, litiga e tossisce su una donna malata di cancro: condannata

Debra Hunter, una donna statunitense di Jacksonville, in Florida, è stata condannata a una pena di 30 giorni di carcere, oltre ad una multa di 500 dollari,6 mesi di libertà vigilata e l’obbligo di partecipare a un corso sulla gestione della rabbia, a seguito di una sentenza emessa negli USA giovedì. 

La donna, non indossando la mascherina, in piena pandemia, ha litigato con un’altra cliente del negozio di casalinghi in cui entrambe stavano facendo la spesa e, non contenta, le ha tossito addosso. La vittima è Heather Spregue, malata di cancro, con un tumore al cervello. 

L’accaduto

E’ partito tutto da un litigio scoppiato tra la Hunter ed il personale del negozio…litigio ripreso dalla vittima con il suo cellulare. La Hunter se ne è accorta, le ha prima rivolto dei gestacci, fino ad avvicinarsi e a tossirle addosso con il preciso scopo di intimidirla. In effetti, il gesto non ha potuto che destare preoccupazione nella Spregue, che ha attraversato giorni di estrema ansia, date le sue delicate condizioni di salute, sino all’esito del tampone anti-Covid effettuato da lei e dai suoi familiari, per fortuna risultato negativo.

Ma non è tutto, in quanto il marito della colpevole ha tentato in tutti i modi di giustificare il gesto della moglie in tribunale. L’uomo ha detto che l’atteggiamento spregiudicato di Debra era legato ad una situazione di difficoltà antecedente, legata ad un incendio divampato nella loro abitazione, che aveva scosso profondamente la coppia ma le attenuanti non sono state accettate dal Tribunale della Contea di Duval.

 Secondo quet’ultimo, la testimonianza della Hunter si è solo concentrata sulle conseguenze dell’episodio nella sua vita, senza preoccuparsi di quello che sarebbe potuto succedere alla vittima, ricordiamo, malata oncologica, se per il suo comportamento irrispettoso delle disposizioni anti-contagio e immorale, avesse contratto il Covid. Una notizia, questa, che ha suscitato tanta indignazione nei lettori del web e tanta solidarietà verso la povera donna che avrebbe potuto andare incontro a rischi ben più seri, per fortuna scongiurati dalla negatività del tampone effettuato.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Non c'è mai limite al peggio e c'è chi, per litigare, è alla ricerca di un misero pretesto, senza considerare i danni dettati dai suoi comportamenti. Per fortuna la giustizia, in questo caso, sembra aver fatto il suo corso. La massima solidarietà verso la donna malata di cancro e i miei più sinceri auguri di pronta guarigione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!