Iscriviti

USA, Lisa Montgomery è salva: sospesa la pena di morte con iniezione letale

Lisa Montgomery si è salvata dal braccio della morte. La decisione è arrivata dal tribunale, presieduto dal giudice Patrick Hanlon, a 8 giorni dall'insediamento di Joe Biden, contrario alla pena di morte.

Esteri
Pubblicato il 12 gennaio 2021, alle ore 15:21

Mi piace
2
0
USA, Lisa Montgomery è salva: sospesa la pena di morte con iniezione letale

L’esecuzione della 52enne Lisa Montgomery, che avrebbe dovuto essere giustiziata con iniezione letale, non si farà. La prima donna nel braccio della morte e la prima condannata a morte dal tribunale in oltre 70 anni, è salva.

Il tribunale, presieduto dal giudice Patrick Hanlon, a 8 giorni dall’insediamento del nuovo presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, contrario alla pena di morte, ha concesso la sospensione dell’esecuzione della donna, colpevole di aver ucciso una donna incinta, Bobbie Jo Stinnet, squarciandole la pancia per poter rapire la figlia che portava in grembo.

Il giudice responsabile della decisione ha detto: “Alla signora Montgomery sono state diagnosticate menomazioni cerebrali, fisiche e malattie mentali multiple, e 3 esperti sono dell’opinione he, sulla base della condotta e dei sintomi riferiti loro dal legale, la percezione della realtà della signora Montgomery sia attualmente distorta e compromessa”.

La soddisfazione della difesa e il tragico omicidio di Bobbie Jo Stinnet 

L’avvocato della Montogmery, Kelley Henry, ha sottolineato come l’esecuzione fosse, in virtù dei disturbi mentali della 52enne, “inadatta all’esecuzione ai sensi dell’Ottavo Emendamento”. Ma ripercorriamo insieme le tappe che hanno portato all’efferato omicidio di Bobbie Jo Stinnet. 

Lisa Montgomery, già madre di 4 figli,si era fatta legare le tube per non avere altri bambini, lavorando per mesi per avvicinarsi a Bobbie, fingendosi lei stessa incinta. Lisa e Bobbie si conoscono su una chat di future mamme. Nel frattempo, Lisa, anche con la sua famiglia e con suo marito, sostiene di essere nuovamente incinta, calcolando tutto in modo che la sua falsa gravidanza avvenisse di pari passo a quella dell’amica.

Giunte all’ottavo mese, Lisa aveva chiesto a Bobbie di comprare uno dei cuccioli della sua cagnetta, un terrier, e con questa scusa, si era recata dal Kansas al Missouri. Ma una volta giunta in casa della giovane vittima, l’ha strangolata, squarciandole la pancia con un coltello da cucina, per poi fuggire con la neonata. In strada ha persino chiamato il marito, dicendo di aver avuto le doglie e di aver partorito, ma l’uomo, insospettito, non le ha creduto, tanto che, solo 48 ore dopo, la Montgomery è stata arresta dalla polizia.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Katia Lenti

Katia Lenti - Non posso che accettare la decisione della corte. Essendo anch'io contraria alla pena di morte, accetto che condanna all'esecuzione con iniezione letale sia stata convertita in ergastolo, anche per via della sussistenza di gravi problemi mentali a carico di Lisa Montgomery. Sicuramente, per la sua efferatezza, questo omicidio segnerà per sempre una delle pagine di cronaca nera più forti di sempre.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!