Iscriviti

USA: la statua della Madonna piange lacrime che profumano di rosa, i fedeli gridano al miracolo

I fedeli gridano al miracolo nel New Mexico, dove una statua della Vergine Maria ha iniziato a piangere lacrime che profumano di rosa. Mentre inizia il pellegrinaggio, è intervenuta la diocesi per raccogliere prove, e capire se si tratti di un vero miracolo.

Esteri
Pubblicato il 27 maggio 2018, alle ore 22:39

Mi piace
4
0
USA: la statua della Madonna piange lacrime che profumano di rosa, i fedeli gridano al miracolo

Si grida già al miracolo nel New Mexico, dove una statua della Vergine Maria sembra aver iniziato a piangere lacrime che profumano di rose. I fedeli della chiesa della Nostra Signora di Guadalupe, a Hobbs, nello stato meridionale degli Stati Uniti D’America, hanno notato per la prima volta le lacrime comparse sul volto della statua durante la messa della scorsa domenica.

Il Pastore della chiesa, Padre Jose Segura, ha confermato che è stato un fedele ad avvisarlo della presenza delle lacrime, e di aver visto le persone che tentavano di asciugare la faccia della statua per vedere le lacrime ricomparire subito dopo.

È  allora che ho compreso che la statua stava veramente piangendo“, commenta Padre Segura, detto Pepe, alla rivista Las Cruces Sun Sentinel. “Credo che si tratti di un sollecito rivolto a tutti noi per avvicinarci nuovamente a Dio e smettere di essere così violenti.

La Chiesa è rimasta aperta ogni giorno da allora, mentre i fedeli hanno iniziato un pellegrinaggio da tutto il New Mexico e persino dal vicino Texas per vedere quello che viene già definito un miracolo.

Peter McDonald di Midland in Texas è andato a prendere i suoi cinque figli prima da scuola per portarli a vedere la statua della Vergine piangente. “È  una benedizione incredibile essere qui nel mezzo del niente ed avere una statua che piange così, semplicemente incredibile“, ha detto l’uomo ai giornalisti. Laura Wright, assidua frequentatrice della chiesa, ha affermato: “Sembra vero, sta veramente piangendo. È triste“.

In settimana, la diocesi di Las Cruces si è recata alla Chiesa per prelevare un campione delle lacrime per poter determinare se si tratti veramente, come molti già sostengono, di un miracolo. Il diacono Jim Winder, vice cancelliere della diocesi, ha affermato che ci vorranno molti test, specificando ai media che “non si può provare un miracolo, ma si possono escludere tutte le altre spiegazioni.

La chiesa è rimasta chiusa per quattro ore, mentre gli ufficiali raccoglievano campioni delle lacrime. Successivamente, faranno i raggi x alla statua, intervisteranno i testimoni e ricostruiranno la storia della statua, fin dalla sua realizzazione. Questo processo potrebbe impiegare degli anni ma, nonostante l’assenza di qualsiasi conferma ufficiale, i parrocchiani sono convinti di aver assistito ad un miracolo.

La chiesa rimarrà aperta finché i fedeli continueranno a visitarla, secondo l’amministratrice Judy Ronquillo. La donna ha ammesso che stava passando un brutto periodo, ma “quando ho visto quello che stava succedendo è tutto andato via. È un miracolo, niente più. Sappiamo che c’è un Dio. Nel passato vedevamo queste cose in televisione, non a Hobbs nel New Mexico. Credo sia un miracolo.”

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Devo dire che oggigiorno c'è da essere scettici davanti a queste cose: il fanatismo è molto facile da trovare, soprattutto nel sud degli Stati Uniti, ed è molto facile con gli strumenti odierni fingere miracoli simili. Fortunatamente è altrettanto facile, sempre grazie ai mezzi che abbiamo a disposizione, scovare eventuali truffe e dimostrare se si tratti di un vero miracolo o no.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!