Iscriviti

USA, giornalista si è licenziata da ESPN: non vuole vaccinarsi contro il Covid-19

Si tratta di Allison Williams, nota cronista dell'emittente americana e commentatrice delle partite di NCAA di basket e football americano. Nelle scorse ore la donna ha lanciato un messaggio su Instagram nel quale annuncia la decisione di licenziarsi.

Esteri
Pubblicato il 19 ottobre 2021, alle ore 14:27

Mi piace
0
0
USA, giornalista si è licenziata da ESPN: non vuole vaccinarsi contro il Covid-19

Sta suscitando un’ampia discussione all’interno dell’opinione pubblica la vicenda della giornalista americana Allison Williams, che nelle scorse ore, tramite un videomessaggio su Instagram, ha annunciato ai suoi followers che si è licenziata da Espn, la nota emittente televisiva USA che trasmette tantissimi eventi sportivi. La donna era nota in quanto commentatrice delle partite di collegge della pallacanestro NCAA e del football americano. Il motivo di questa decisione sofferta risiederebbe nel fatto che lei, insieme a suo marito, stanno tentando di avere un bambino.

Negli scorsi mesi gli scienziati di tutto il mondo hanno comunque ribadito che non c’è nessun pericolo per le donne in gravidanza, e anche in questa circostanza la somministrazione del siero anti Covid è sicura, sia per la madre che per il feto. Può anche sottoporsi alla vaccinazione chi attualmente stia provando ad avere un bambino. La Walt Disney & Co., coproprietaria di Espn, alla fine di luglio ha annunciato che avrebbe richiesto a tutti i dipendenti stipendiati di essere vaccinati entro 60 giorni. E a maggio invece ai 5.500 inviati aveva chiesto di completare il ciclo vaccinale entro il 1° agosto. La Allison ha appunto deciso di non aderire alla campagna vaccinale, per cui il provvedimento aziendale è scattato subito. 

La cronista: “Non posso far prevalere stipendio a un principio”

“Non posso far prevalere uno stipendio a un principio. Non sacrificherò qualcosa in cui credo e tengo così fortemente per mantenere una carriera” – così ha detto la Williams parlando ai suoi followers. Insomma, per lei è più importante portare avanti le sue idee No Vax che continuare a coltivare la carriera da giornalista. 

Il rischio di rimanere senza stipendio non la spaventa. Nel corso del suo discorso la giornalsta si è rivolta anche a quelle persone le quali affermano che il vaccino fosse per lei un obbligo morale. “L’ho pensato e ho pensato alle implicazioni. Tutti vogliamo porre fine a questa pandemia. Ma alla fine, un’iniezione che non interrompe la trasmissione e la diffusione, per me, non ha pesato moralmente” – così ha detto Allison Williams.

Dal canto suo è intervenuta anche la stessa Espn, che con un comunicato ha fatto sapere la sua posizione. Negli Stati Uniti non vige l’obbligo di Green Pass sul lavoro come in Italia, ma molte grandi aziende hanno deciso che tutti i propri dipendenti debbano essere vaccinati, pena il licenziamento o la sospensione dal posto di lavoro. “Non commentiamo le decisioni dei singoli ma stiamo esaminando attentamente le richieste di alloggio caso per caso e stiamo concedendo sistemazioni dove giustificato. Il nostro obiettivo è un ambiente di lavoro sicuro per tutti” – queste le parole della Espn.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - La decisione di questa giornalista è davvero singolare e ci fa capire di come le persone No Vax siano disposte a tutto pur di portare i propri principi. Non spetta a noi entrare nel merito delle decisioni dei singoli, ognuno decide per se stesso, ma sembra chiaro che il vaccino adesso è l'unica arma che abbiamo per poter uscire dall'emergenza sanitaria è tornare alla normalità.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!