Iscriviti

USA, bimbo di 10 mesi muore in un naufragio, mentre viaggiava su una zattera

Nove persone a bordo di una zattera nel Rio Grande, al confine Usa-Messico, sono finite in acqua. I soccorritori, avvisati da un testimone, sono riusciti a portarne in salvo quattro. Tre persone sono disperse, e un bambino di 10 mesi è stato trovato privo di vita.

Esteri
Pubblicato il 3 maggio 2019, alle ore 08:48

Mi piace
8
0
USA, bimbo di 10 mesi muore in un naufragio, mentre viaggiava su una zattera

È stato trovato il corpo del piccolo di 10 mesi naufragato nel Rio Grande, al confine Usa-Messico. Dispersi un uomo e altri due bambini di 7 anni, che si trovavano con il piccolo al momento dell’attraversata del grande fiume. A dare notizia di quanto accaduto è stata l’agenzia di stampa internazionale AP News, che ha citato le forze dell’ordine come fonte sicura.

Nella zattera, che si è capovolta nel fiume Rio Grande nel cuore della notte, secondo il racconto di un uomo, c’erano nove persone: solo cinque sono state messe in salvo. I dispersi sono tre, due bambini e un adulto, mentre il più piccolo, 10 mesi, è stato trovato privo di vita.

Una zattera per un grande fiume

Si teme che l’uomo e i due ragazzini di 7 anni, dispersi, siano annegati. Non è la prima volta che i migranti cercano di attraversare il grande fiume con zattere costruite senza alcuna sicurezza, senza sapere se siano in grado di galleggiare, di essere manovrate con facilità in un fiume in cui l’acqua alta scorre con impeto e velocità.

Un agente avrebbe riferito che nella serata di mercoledì un uomo si è rivolto ad una pattuglia affermando “che una zattera con nove persone si era rovesciata“, scrive Ansa.it. In mare, secondo il racconto dell’uomo, sarebbero finiti suo figlio e un nipote, un secondo uomo e un altro ragazzino. Tutti sarebbero stati spazzati via dalle acque impetuose.

Prontamente, i poliziotti sono andati in soccorso dei naufraghi. Hanno salvato la moglie dell’uomo e il suo bambino per averli sentiti gridare nel buio. Si trovavano immersi nell’acqua fangosa. I salvataggi sono continuati quando, poco distante, sono stati avvistati un altro uomo e il figlio 13enne. L’ultimo ritrovamento è stato quello di un piccolo di 10 mesi, il suo corpo però era ormai senza vita.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Una zattera per un grande fiume: potrebbe essere il titolo di un libro. Penso che dica molto bene del grande sogno che c'è in ogni persona: vivere nella dignità. Il grande fiume rappresenta le difficoltà che purtroppo spesso s'incontrano, la zattera sono i pochi mezzi che si hanno a disposizione. Ma il partire lo stesso, il tentare tutto per tutto, dice l'audacia nel credere in un sogno. L'incoscienza a volte è necessaria. Nessuno dei nove naufraghi meritava che la zattera si capovolgesse, men che meno il bambino di 10 mesi. Chi lotta per la dignità merita di trovare porte aperte.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!