Iscriviti

USA: bambino di 10 anni ucciso dalla madre e dal suo compagno

Christian Pearson è il nome del bambino di 10 anni che è morto dopo essere stato legato, picchiato e bruciato dalla madre e dal suo compagno. Questa tragica vicenda è accaduta in Arizona.

Esteri
Pubblicato il 19 giugno 2017, alle ore 17:41

Mi piace
7
0
USA: bambino di 10 anni ucciso dalla madre e dal suo compagno
Pubblicità

Ennesimo caso di maltrattamento su un minore, questa volta è accaduto in Arizona, dove un bambino di 10 anni, Christian Pearson è morto per mano di sua madre e del compagno della stessa. Il bambino è stato ricoverato giovedì scorso presso il Pears Phoenix Children’s Hospital di Chino Valley in Arizona a seguito di gravi ustioni e contusioni su tutto il corpo certamente non dovute a un incidente domestico ma bensì gli sono state inflitte dalla madre e dal suo compagno.

Il povero bambino ha lottato con tutte le sue forze per rimanere in vita ma il suo piccolo cuore ha smesso di battere alle 22.30 di domenica dopo tre giorni di agonia. I responsabili dell’accuduto sono la madre – Julianna Moreno – di 34 anni, ed il suo compagno – Daniel Terry – di 36 anni, finiti entrambi in manette dopo che la polizia giovedì scorso ha trovato il povero bambino in fin di vita a causa delle innumerevoli violenze subite dai due adulti.

L’accaduto è stato scoperto dalla polizia grazie a una telefonata anonima al numero del soccorso, che ha raccontato che Christian stava male e non respirava più. La polizia sostiene che il bambino sia prima stato legato in modo da non sfuggire e poi gli sono state inflitte le botte e le ustioni, visto che sul corpo del povero bambino sono state ritrovate ustioni di secondo e terzo grado, contusioni sulla schiena, sul tronco, sulla testa, sul collo e sugli altri, oltre a piaghe multiple.

La coppia inizialmente era stata accusata solo di tentato omicidio e abusi su minore, ma alla successiva morte del piccolo è stata incriminata per omicidio di primo grado e condotti al carcere di Camp Verde, dove è stata fissata la cauzione di due milioni di dollari ciascuno.

La polizia sta indangando ai fini di scoprire come la coppia abbia potuto accanirsi così sul bambino e se entrambi fossero sotto l’effetto di stupefacenti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Thaira Momesso

Thaira Momesso - Sono allibita, cose del genere non dovrebbero succedere mai! Stiamo veramente degenerando, non ci sono più tutele per chi adesso è un bambino, nessuna protezione dall'esterno perchè adesso perfino i genitori possono diventare degli aguzzini e uccidere chi hanno messo mondo. Sono senza parole, questa vicenda mi ha veramente sconvolta.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!