Iscriviti

USA, 21enne uccide il nonno a colpi d’ascia: "È stato Dio a comandarmelo"

Lo studente di 21 anni Jason Vicari ha ucciso il nonno di 81 Ronald Vicari anni a colpi di ascia in testa, sostenendo in seguito: "È stato Dio a comandarmelo". Poche settimane prima il giovane aveva minacciato con un'ascia il compagno di stanza.

Esteri
Pubblicato il 31 ottobre 2021, alle ore 23:04

Mi piace
1
0
USA, 21enne uccide il nonno a colpi d’ascia: "È stato Dio a comandarmelo"

Un universitario di 21 anni è accusato di omicidio per aver ucciso a colpo di ascia alla testa il nonno di 81 anni, dopo settimane di comportamento instabile nel campus, sostenendo che è stato Dio a dirgli di farlo. Il grave fanno di cronaca è avvenuto negli Stati Uniti lo scorso 19 ottobre a Wycoff, nel New Jersey.

Jason Vicari, studente presso la Rutgers University, era stato accusato qualche settimana fa di aver minacciato il suo compagno di stanza con un’ascia, un atto che ha portato la polizia del campus a sequestrare prontamente l’arma del giovane dalla sua automobile. Ciononostante, Jason è riuscito a procurarsi un’altra ascia ed era stato avvistato mentre girava con l’arma nel campus.

La mattina del 19 Ottobre il padre di Jason ha chiamato il 911 dicendo che il figlio si era barricato nella casa del nonno Ronald Vicari presso Beechwood Avenue e che l’anziano si trovava privo di conoscenza in bagno con una ferita mortale alla testa. Il team SWAT è stato allertato ed è giunto presso la casa, dove ad attenderlo c’era il 21enne che dopo uno stallo iniziale in cui si è rifiutato di uscire, dopo 10 minuti di confronto con un negoziatore non ha opposto ulteriore resistenza ed è stato preso in custodia senza incidenti.

Quando gli agenti gli hanno chiesto se ci fosse qualcuno in casa, Jason ha risposto: “nessuno che sia vivo“, e quando la polizia è entrata nella casa ha trovato il corpo di Ronald nel bagno. Mentre il giovane si trovava nel retro dell’ambulanza avrebbe detto: “È stato Dio a comandarmelo“, aggiungendo che credeva che suo nonno fosse un mostro e che “Dio mi ha detto che avrebbe cambiato religione“.

Il 21enne è stato accusato di omicidio di primo grado, effrazione e possesso di armi. L’81enne Ronald Vicari era un vedovo in pensione che aveva lavorato a lungo come ingegnere delle comunicazioni. Jason era al secondo anno di università, dove studiava Scienze ambientali e biologiche, ma da alcuna settimane il suo comportamento erratico ed aggressivo aveva causato il trasferimento di molti studenti per allontanarsi da lui.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Qui l'università ha delle chiare colpe. Questa persona soffre di un chiaro disturbo mentale e andava fermata prima e mandata a farsi curare dal primo momento in cui ha minacciato qualcuno con un'ascia. Non doveva certo essere lasciato libero di andare ad acquistarne un'altra e girare nel campus a terrorizzare la gente.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!