Iscriviti

USA, 19enne vende la fidanzata come prostituta: il padre lo scopre e lo uccide

Un padre ha ucciso il fidanzato 19enne di sua figlia, pugnalandolo ripetutamente e poi infilandolo nel bagagliaio di un'auto dopo aver scoperto che l'aveva venduta a un giro di trafficanti di sesso.

Esteri
Pubblicato il 4 novembre 2021, alle ore 08:34

Mi piace
0
0
USA, 19enne vende la fidanzata come prostituta: il padre lo scopre e lo uccide

John Eisenman, 60 anni, è stato accusato di omicidio di primo grado ed è detenuto con una cauzione da 1 milione di dollari nella prigione della contea di Spokane a Washington.

Eisenman, secondo quanto riportano le autorità, nell’ottobre 2020 scopre che il fidanzato di sua figlia poteva essere stato responsabile della presunta vendita della ragazza a un’organizzazione di trafficanti di sesso di Seattle.

L’accaduto

Un uomo di 60 anni ha ucciso il fidanzato di sua figlia dopo aver scoperto che aveva venduto la ragazza a un’organizzazione di trafficanti sessuali. E’ accaduto a Spokane, nello Stato di Washington, negli Usa. Il padre, J.E, riferisce il Daily Mirror, è stato arrestato con l’accusa di omicidio di primo grado, dopo che il corpo del 19enne è stato trovato nel bagagliaio di un’auto abbandonata nella zona.

Secondo la ricostruzione degli agenti, nell’ottobre 2020 l’uomo aveva scoperto che la figlia minorenne era stata venduta a una banda di trafficanti di prostitute nell’area di Seattle e che il responsabile poteva essere il suo fidanzato, il 19enne Aaron Sorenson. Il padre è riuscito a salvare la ragazza e a riportarla a casa. Qundi ha messo in atto la terribile la vendetta.

 Dapprima l‘agguato: ha guidato fino Hairway Heights, località circa 9 miglia a ovest di Spokane, e ha aspettato l’arrivo del 19enne. Lo ha aggredito, legato e infilato nel bagagliaio. “Successivamente lo ha colpito alla testa con un blocco di cemento. Infine lo ha pugnalato ripetutamente, causandone la morte“, ha spiegato la polizia in un post su Facebook. 

Dopo l’omicidio, l’uomo ha guidato fino a una zona di campagna nella contea di North Spokane e ha lasciato l’auto con il corpo ancora all’interno. Il veicolo è rimasto abbandonato fino a quando, il mese scorso, è stato spostato da qualcuno che l’ha poi parcheggiato su East Everett Avenue, una via di Spokane. Secondo gli inquirenti, quest’ultimo individuo non sapeva che all’interno ci fosse un cadavere. 

Sta di fatto che la vettura, parcheggiata a lungo nella cittadina, ha destato i sospetti dei passanti. Così due ragazzi hanno deciso di provare ad aprire il bagagliaio. La sorpresa è stata agghiacciante: “C’è un corpo!”. Il cadavere, stando ai media locali, aveva polsi e caviglie legate con fascette, mentre la bocca era coperta da nastro adesivo. Le lacerazioni sui vestiti suggerivano che fosse stato accoltellato ripetutamente. Il padre,che era incensurato, è stato arrestato ed è attualmente detenuto nella prigione della contea di Spokane a Washington. Le indagini sono ancora in corso.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Terribile storia quella avvenuta a Spokane, negli USA, dove un ragazzo ha venduto la sua fidanzata come prostituta ad un'organizzazione di trafficanti sessuali. La reazione del padre è ingiustificabile. Avrebbe potuto rivolgersi alle forze dell'Ordine per far arrestare l'individuo che si è macchiato di questo terribile reato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!