Iscriviti

UK, si finge malata per andare a vedere la semifinale degli europei: licenziata dall’azienda

Si tratta di Nina Farooqi, la tifosa inglese 37enne che mercoledì scorso ha mentito al suo capo per andare a vedere la semifinale degli europei di calcio a Wembley. Il suo viso e la sua esultanza sono apparse in tv, poi ha condiviso la storia sui social.

Esteri
Pubblicato il 9 luglio 2021, alle ore 20:19

Mi piace
0
0
UK, si finge malata per andare a vedere la semifinale degli europei: licenziata dall’azienda

Il capo le avrebbe consentito tranquillamente di poter andare a vedere la semifinale degli europei di calcio tra Inghilterra e Danimarca andata in scena mercoledì scorso allo stadio di Wembely (Londra). Ma Nina Farooqi, una 37enne inglese, ha invece deciso di mentire fingendosi malata. Per sua sfortuna le telecamere l’hanno ripresa nel momento in cui gli inglesi hanno segnato il gol del pareggio, che gli ha consentito di andare ai supplementari e poi a vincere. Tutto è cominciato quando una sua amica è riuscita a procurarsi quasi all’ultimo minuto i biglietti per la partita. Si è trattato, per gli inglesi, di un evento storico. 

L’amica la voleva fortemente con lei allo stadio. Inizialmente la donna ha pensato di dire al suo capo come stessero le cose, e quindi manifestare a quest’ultimo il desiderio di andare a vedere la partita. Sapendo però che l’azienda è a corto di personale, Nina ha pensato di mentire. Il giorno dopo ha chiamato in azienda, dicendo di sentirsi poco bene. Il datore di lavoro le ha detto di starsene tranquillamente a casa e di rimettersi presto. Dopo è salita sul treno per Londra (lei abita a Bradford, dove lavora) recandosi allo stadio. Tutto sembrava andare per il meglio fino a quando la telecamera non l’ha ripresa. 

Il capo la vede in TV

La televisione britannica ha mostrato quindi il suo volto a milioni di telespettatori. La 37enne esultava sugli spalti insieme alla sua amica e ad altri tifosi. La scena non è passata inosservata alla presentatrice Stacey Dooley, che ha pubblicato un frame del video in cui compariva Nina sulle sue pagine social. Anche la 37enne ha condiviso il frame, non pensando minimamente alle conseguenze che ciò avrebbe comportato. 

Le immagini sono diventate virali in brevissio tempo, tanto che gli amici di Nina l’hanno chiamata per congratularsi con lei per essere apparsa in televisione. Ma il proprio datore di lavoro non l’ha presa proprio benissimo, e tra le tante telefonate è arrivata proprio quella dell’azienda che le ha annunciato il licenziamento

“È un momento entusiasmante per tutti in Inghilterra e dunque avremmo incoraggiato la partecipazione a un evento così importante. Sfortunatamente l’impiegata ha mentito, prendendo un giorno di malattia. Ha violato il suo contratto di lavoro, quindi non avevamo altra scelta se non quella di licenziarla. Noi diamo valore all’onestà e all’integrità. Non tolleriamo che i dipendenti si approfittino delle politiche aziendali” – così ha dichiarato Charles Taylor, titolare della Composite Prime di Bradford

Nina si occupava di curare i contenuti digitali della ditta. La 37enne ha spiegato che nessuno ha voluto sentire le ragioni del suo gesto, e adesso prova rimpianto per essere stata licenziata. La Farooqi ha spiegato inoltre che sarebbe pronta a rifare una esperienza del genere anche dopo quello che è successo. Magari provando ad essere più sincera. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Un episodio davvero particolare quello avvenuto in Inghilterra. Il capo di Nina contava sul suo buonsenso, anche se non la avrebbe impedito di certo di andare allo stadio per vedere la partita. Purtroppo le bugie, come si sa, a volte hanno le gambe corte e prima o poi vengono scoperte. E a Nina la bugia è costata il posto di lavoro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!