Iscriviti

Turchia, la bambina siriana che studiava nei cassonetti dell’immondizia, andrà a scuola

L'immagine della bambina di 11 anni, rifugiata siriana, seduta sui sacchetti dell'immondizia, intenta a studiare a Istanbul, ha fatto il giro del mondo. Ma la sua storia ha avuto fortunatamente un lieto fine.

Esteri
Pubblicato il 30 settembre 2018, alle ore 12:52

Mi piace
7
0
Turchia, la bambina siriana che studiava nei cassonetti dell’immondizia, andrà a scuola

Il frame di un video girato da un passante per le vie di Istanbul è diventato virale ed ha fatto il giro del mondo grazie alle migliaia di condivisioni sui social. Ma di certo, la protagonista di quel video, una bambina di 11 anni, rifugiata siriana, seduta sui cassonetti dell’immondizia mentre era concentrata a studiare, non avrebbe mai pensato che la sua storia sarebbe stata racconta da qualcuno.

Il nome della giovane protagonista è Halime Cuma, vive nel quartiere di Arnavuktoy, nella periferia europea di Istanbul, insieme ai genitori e ai suoi sei fratellini, tutti più piccoli di lei. Era in mezzo ai sacchi della spazzatura perché aiutava il padre 35enne, Abdülrezzak Cuma, a raccogliere la carta dai cassonetti, per rivederla poi nei centri di riciclo.

Il regalo per Halime 

Dopo che la sua storia ha scosso le coscienze e commosso il mondo intero, le autorità turche si sono messe alla ricerca della bambina. Dopo averla trovata, le hanno fatto uno dei regali più desiderati da Halime. In particolare, il ministro dell’istruzione turco, Ziya Selçuk ha deciso di iscrivere la bambina a scuola e pagare tutte le spese necessarie per la sua formazione scolastica. Ora Halime non dovrà più trascorrere le sue giornate tra i rifiuti ma potrà andare a scuola come tutti i bambini della sua età.

Infatti solo fino a quel momento, l’unico dei fratellini ad andare a scuola era il più piccolo Hamide. La bambina ha detto che la situazione economica della sua famiglia è molto precaria perchè a lavorare è solo il padre. Da oggi però grazie agli aiuti del governo turco la bambina non dovrà preoccuparsi di lavorare ma potrà pensare a studiare, cosa che lei ama moltissimo.

Una storia a lieto fine che apre la speranza a tutti quelli che l’hanno persa. La situazione di Halime è cambiata in meglio e grazie a questo opportunità concessale dal governo turco, ha un nuovo sogno a cui dedicarsi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Beatrice Cinnirella

Beatrice Cinnirella - Notizie così belle dovrebbero leggersi molto più spesso. Una bambina dal destino sfortunato grazie al video girato da un passante, cambia in meglio la sua vita. L'istruzione dovrebbe essere garantita a tutti i bambini del mondo ma non è un fatto così scontato perchè ancora in alcune parti del pianeta, i bambini non hanno le possibilità economiche per farlo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!