Iscriviti

Turchia, è morto il bambino picchiato dal papà con il tubo dell’aspirapolvere

I medici hanno deciso di staccare la spina al piccolo Mertcan, il bambino turco che cinque giorni fa era stato picchiato brutalmente dal padre perché non aveva voglia di fare i compiti.

Esteri
Pubblicato il 8 gennaio 2019, alle ore 00:58

Mi piace
3
0
Turchia, è morto il bambino picchiato dal papà con il tubo dell’aspirapolvere

È deceduto il piccolo Mertcan, il bambino turco che era stato picchiato brutalmente dal padre per dei futili motivi. Ora, la sua storia sta facendo il giro del mondo. La tragedia del piccolo Mertcan, di 6 anni, è iniziata mercoledì 2 gennaio, quando suo padre ha avuto una reazione eccessiva, picchiandolo violentemente con il tubo in acciaio dell’aspirapolvere, riducendolo in fin di vita, solo perchè non aveva voglia di fare i compiti.

A chiamare i soccorsi sono stati i vicini di casa che, sentendo delle urla dall’appartamento vicino, si sono spaventati. Quando i soccorsi sono arrivati sul posto, hanno trovato Mertcan in condizioni disperate: era riverso a terra senza sensi.

Così è stato trasportato d’urgenza all’ospedale, con gravissime ferite alla testa e al viso: lì è stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva, dove è stato intubato mentre a tenerlo in vita era una macchina. Ma, dopo 5 giorni di coma, questa mattina dall’ospedale arrivano brutte notizie: i medici hanno deciso di staccare la spina, in quanto il bambino è ritenuto celebralmente morto.

Il papà di Mertcan, Mehmet Ali Y, è stato arrestato nel distretto turco di İskenderun, a Hatay, il giorno del pestaggio: su di lui pendevano già altre denunce per violenza domestica. A denunciarlo più volte era stata proprio la madre di Mertcan, ed ex moglie del padre assasino, Gulistan O. Infatti, in seguito all’aggresione subita dal figlio, ha dichiarato di aver deciso di divorziare da Mehmet Ali Y proprio a causa della sua violenza, visto che la picchiava tutti i giorni.

Gulistan O non era con loro il giorno dell’aggressione, e appena ha saputo cosa era successo al figlio è subito corsa in ospedale. Una volta giunta lì, ha visto il suo Mertcan con il corpo ricoperto di ferite. Ha subito capito che il suo bambino stava per morire per motivi futili.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Elisabetta Monda

Elisabetta Monda - La violenza è sempre un qualcosa di inaccettabile, ma quando a picchiare un figlio in una maniera talmente violenta da ucciderlo è un genitore, beh non ci sono parole. Inoltre, se l'uomo era stato più volte denunciato per violenza, perché era solo con il bambino? Forse, questa è l'ennesima morte che si poteva evitare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!