Iscriviti

Trump frena gli aiuti per il Coronavirus per bloccare i finanziamenti destinati ai voti per corrispondenza

Il Presidente USA Trump ha bloccato i fondi per gli aiuti contro il Coronavirus per fermare i finanziamenti al voto via posta, utilizzato da un quarto degli americani. I democratici lo accusano di voler ostacolare gli elettori per ottenere un secondo mandato.

Esteri
Pubblicato il 14 agosto 2020, alle ore 18:10

Mi piace
4
0
Trump frena gli aiuti per il Coronavirus per bloccare i finanziamenti destinati ai voti per corrispondenza

Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha bloccato i fondi per le misure di sostegno contro il Covid-19 per ostacolare i fondi destinati al Servizio Postale americano e alle infrastrutture elettorali. A confermarlo è lo stesso Trump, che ha dichiarato a Fox News il motivo del blocco dei fondi: “I punti critici sono gli uffici postali e i 3.5 milioni di dollari per i voti tramite posta. Se non facciamo un accordo, non avranno i soldi, e quindi non otterranno il voto via posta universale.

I Democratici attaccano Trump, accusandolo di cercare di danneggiare il sistema postale per aumentare le sue possibilità di essere rieletto, dato che la maggior parte dei sondaggi svolti negli ultimi mesi lo vedono dietro al candidato Democratico Joe Biden.

Sono mesi che Trump cerca di affondare la pratica del voto tramite posta, estremamente diffuso negli Stati Uniti ed utilizzato da milioni di Americani inclusi quasi tutti i militari, citando come motivazione il timore di possibili frodi. Questo sistema di votazione è utilizzato da anni dagli americani – nelle Presidenziali del 2016 votò tramite posta un quarto degli elettori incluso lo stesso Trump – senza mai nessun problema di frode, un fatto che da credito alle accuse dei democratici contro il Presidente.

Il voto via posta, oltre ad agevolare migliaia di Americani che non hanno postazioni elettorali vicino casa, sarebbe anche particolarmente opportuno, se si considera che l’America è ancora nel pieno della crisi per il Coronavirus, con i casi in continuo aumento che ogni giorno stabiliscono nuovi record di malati e 165mila vittime accertate finora.

Evitare quindi assembramenti presso le cabine elettorali per le elezioni presidenziali del prossimo 3 Novembre dovrebbe essere una priorità per il governo degli Stati Uniti, e per questo i Democratici hanno chiesto fondi per agevolare gli elettori. In assenza della possibilità di votare a distanza, un’alta percentuale di americani si asterrà dall’andare a votare per paura di ammalarsi, secondo molti sondaggi.

Tipico di Trump”, ha commentato l’avversario Joe Biden. “Non vuole che ci siano le elezioni”. Donald Trump aveva nei mesi scorsi anche tentato di posticipare le elezioni per mantenere più a lungo il controllo sul Paese.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Donald Trump sembra sempre più disperato negli ultimi mesi. Non avrebbe mai dovuto fare il Presidente: non è una persona qualificata e lo dimostra come ha gestito l'emergenza Coronavirus, mentendo al Paese e negando l'evidenza per non mettere il paese in lockdown rischiando di perdere sostegno dagli elettori più ricchi.

Lascia un tuo commento
Commenti
Simona Bernini
Simona Bernini

14 agosto 2020 - 18:20:33

Concordo assolutamente! Alle prossime elezioni credo possa traballare.

0
Rispondi