Iscriviti

Trema la terra in Croazia: edifici crollati a Petrinja e migliaia di persone in strada

Il terremoto ha avuto luogo oggi 29 dicembre intorno alle ore 12:23, il sisma è stato anche avvertito nitidamente in Italia, in particolare a Trieste, a Padova e fino nelle Marche. La magnitudo è di 6.4.

Esteri
Pubblicato il 29 dicembre 2020, alle ore 18:49

Mi piace
1
0
Trema la terra in Croazia: edifici crollati a Petrinja e migliaia di persone in strada

Una violenta scossa di terremoto ha colpito questa mattina 29 dicembre la Croazia, in particolare la zona di Zagabria e Petrinja. Qui sarebbero crollati anche diversi edifici, ma non si sa se ci siano vittime o meno. Secondo quanto riferisce l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, la magnitudo del terremoto è stata di 6.4 Richter, quindi abbastanza forte. Già dalla notte scorsa nel Paese si erano registrare una serie di scosse di assestamento, alcune anche forti, che avevano causato dei danni agli edifici ma comunque nessuna vittima. Stamattina però è arrivata quella più consistente.

Migliaia di persone si sono riversate in strada a Petrinja. Il sisma avrebbe avuto l’epicentro a 46 chilometri a sudest di Zagabria ed è stata molto simile a quella del 30 ottobre 2016 che ha colpito il Centro Italia, causando la distruzione di interi paesini e della cittadina di Amatrice. Al momento in Croazia sono in corso di quantificazione i danni provocati dalla scossa. Le autorità hanno inviato i soccorsi nelle zone più colpite in modo da capire se ci siano morti o feriti, ma anche per portare aiuto alla popolazione, molto impaurita da quanto accaduto.

Il sisma avvertito in Italia

Secondo quanto riferiscono i media italiani, la scossa è stata avvertita nitidamente anche nel nostro Paese. In particolare a Trieste, che è una città molto vicina al confine con la Croazia. La gente ha visto nelle proprie case gli oggetti oscillare e vi è stata davvero tanta apprensione. Le onde sismiche hanno attraversato in pochi minuti il mare Adriatico per cui la terra ha tremato anche nelle Marche, in Abruzzo e Emilia-Romagna. Dobbiamo precisare che da noi non c’è stato nessun danno. Gli abitanti hanno voluto capire che cosa stesse succedendo e dove si fosse verificato il sisma. 

Stando a quanto riportano le autorità e i giornali croati, a Petrnja ci sarebbero scene drammatiche, mentre nella capitale, Zagabria, sono state attivate le sirene di allarme. Nella giornata di ieri 28 dicembre, come già detto, la Croazia è stata colpita da tre forti scosse di terremoto, rispettivamente di magnitudo 5.2, 4.7 e 4.1. Quella della notte appena trascorsa sono state di intensità compresa tra 3.0 e 2.5. Nelle zone colpite si erano già recati  il presidente Zoran Milanovic e il premier Andrej Plenkovic

Nelle prossime ore potranno conoscersi sicuramente ulteriori particolari sul sisma avvenuto in Croazia. I balcani sono un territorio in cui si verificano spesso eventi sismici, come accaduto qualche mese fa in Albania, quando una violenta scossa di terremoto colpiì la zona di Tirana. Anche in quell’occasione, era novembre 2019, la scossa fu di magnitudo superiore a 6 gradi. Alcuni edifici crollarono a Tirana e Durazzo e ci furono diverse vittime. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Violento terremoto quello accaduto in Croazia, i cui danni sono ancora in corso di quantificazione. A breve si dovranno conoscere ulteriori particolari anche perché non si sa se ci siano vittime o meno. I danni sarebbero comunque ingenti. Piena solidarietà al popolo croato che oltre all'emergenza Covid ora deve affrontare anche questo disastro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!