Iscriviti

Tra streghe e stregonerie, la guerra russo-ucraina si combatte anche con le armi dell’esoterismo

Le streghe russe e ucraine si sono mobilitate per aiutare i loro rispettivi Paesi a vincere il conflitto. La guerra voluta da Putin sta cominciano ad assumere connotati occulti. Per la Chiesa ortodossa questi riti sono un invito per il Diavolo

Esteri
Pubblicato il 24 aprile 2022, alle ore 09:43

Mi piace
1
0
Tra streghe e stregonerie, la guerra russo-ucraina si combatte anche con le armi dell’esoterismo

Ascolta questo articolo

Riti magici e formule segrete. La guerra tra Russia e Ucraina si sta combattendo anche sotto il profilo esoterico. Le streghe di entrambe le nazioni sono scese in campo. Solo che non impugnano armi, ma libretti con formule incantate e sortilegi da lanciare contro l’esercito nemico. A Mosca così come a Kiev nelle ultime settimane streghe “accreditate” hanno iniziato a praticare rituali per sostenere i rispettivi Paesi.

La testimonianza arriva direttamente dalle nazioni coinvolte nel conflitto. Da Mosca decine di donne, vestite con saio e cappuccio, si sono radunate per invocare la vittoria di Putin contro le forze del male, identificate nelle potenze occidentali. “Chi sente, ma non sente, chi vede, ma non vede, chi c’è, c’era e ci sarà, non dimenticherà la mia parola: solleva la forza della Russia, dirigi il nostro presidente Vladimir Putin sulla via della giustizia”. A recitare questa filatrocca è Aljona Polin, fondatrice dell’associazione delle Grandi Streghe di Russia.

La donna, considerata la più importante megera di Mosca, il 12 marzo scorso aveva anche convocato un consiglio delle streghe. Nell’occasione le ancelle del Demonio, riunite in cerchio in una sala, con al centro un ritratto di Putin posizionato sopra uno scialle e affiancato da una candela accesa, avevano recitato formule arcane per guidare il presidente russo verso la vittoria grazie a poteri impregnati di occultismo e satanismo.

Se le streghe russe fanno sul serio, quelle ucraine non scherzano. Da Kiev sono giunte notizie di rituali simili. L’obiettivo però è l’opposto: fermare l’avanzata russa e sancire la vittoria dell’esercito ucraino. Le streghe di Kiev avrebbero messo a punto un rituale magico in tre fasi per estromettere Putin dal teatro di guerra. Il cerimoniale esoterico dovrebbe svolgersi in quello che è considerato un luogo del potere ammantato di mistero, ovvero il Monte Calvo, vicino alla capitale dell’Ucraina.

Sembrano racconti usciti da leggende metropolitane o storie che riportano alla Santa Inquisizione. Ma sono realtà. Vicende che somigliano ai riti iniziatici che i nazisti praticavano durante la seconda guerra mondiale per portare a termine il loro folle piano: sterminare gli ebrei e sancire la supremazia ariana sul mondo. Anche oggi, come allora, la guerra russo-ucraina si mescola con pratiche occulte.Tanto che padre Taras Zephlinsky, attivista della Chiesa Ortodossa, non ha nascosto la propria preoccupazione per chi vuole “giocare con il maligno”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marco Grimaldi

Marco Grimaldi - Il mondo cristiano cerca di trovare una strada per porre fine alle ostilità e queste esaltate si scontrano per alimentare ancora di più il conflitto. Naturalmente c'è chi crede e chi non crede a certe pratiche discutibili. Ma la storia ha dimostrato che i nazisti si dedicavano a rituali simili e abbiamo visto ciò che è successo. La stregoneria non è un gioco, perché può spingere al fanatismo e a commettere azioni sempre più brutali.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!