Iscriviti

Tra coprifuoco, lockdown e restrizioni: il Natale al tempo del Covid-19 in Europa

Sono diversi i paesi del Vecchio Continente che stanno adottando misure specifiche per contrastare la pandemia. In Germania da mercoledì 16 comincerà un lockdown più duro, in Francia e Inghilterra ci sarà più "libertà" di spostarsi.

Esteri
Pubblicato il 14 dicembre 2020, alle ore 18:33

Mi piace
0
0
Tra coprifuoco, lockdown e restrizioni: il Natale al tempo del Covid-19 in Europa

Tutte le nazioni del mondo, incluse anche quelle europee, si stanno preparando ad affrontare un Natale e un Capodanno molto diversi dal solito. La pandemia da Covid-19 non è infatti ancora terminata, e forse durerà ancora diverso tempo. I contagi e i morti sono ogni giorno sempre molti, per cui i governi pensano che questo non sia proprio il periodo per tornare ad una certa normalità. Iniziando dalla Germania, come è risaputo, da mercoledì 16 dicembre qui scatterà un lockdown totale, che costringerà alla chiusura tutti gli esercizi commerciali che vendono beni non di prima necessità.

In Francia, invece, il Presidente della Repubblica, Emmanuel Macron, ha annunciato che sarà prorogata la misura del coprifuoco dalle 21:00 alle 6:00 del mattino. Tale misura non sarà in vigore però la notte di Natale, quando i cittadini potranno spostarsi liberamente per tutto il giorno, senza bisogno di autocertificazione da esibire alle forze dell’ordine. La forte raccomandazione dell’Eliseo è quella di evitare incontri in casa con non più di 6 persone esterne al proprio nucleo famigliare.

In Inghilterra introdotto nuovo lockdown

Nel Regno Unito, il Premier Boris Johnson aveva dato delle deroghe agli spostamenti, ma nella giornata di oggi il Governo ha deciso per una ulteriore stretta. Da mercoledì 16 dicembre Londra entrerà in zona rossa per cui chiuderanno tutte le attività non essenziali, inclusi bar e ristoranti. Niente cenoni in luoghi pubblici quindi.

Clima invece decisamente più “permissivo” in Svizzera, che, nonostante l’aumento dei contagi di queste ultime, tenuto comunque sotto controllo, ha deciso allentare alcune restrizioni. Nel Paese alpino sarà consentito recarsi al ristorante per cenare fino all’1:00 nella notte di Capodanno e San Silvestro, mentre tutti gli altri giorni tali attività, inclusi i bar, dovranno chiudere alle 19.00. I direttori dei cinque maggiori ospedali elvetici hanno comunque chiesto al Governo di Berna di introdurre misure più restrittive.

Non sarà quindi soltanto in Italia un Natale “sottotono” rispetto a quello degli anni scorsi. La pandemia impone ancora tanta prudenza. Per quanto riguarda l’Italia nelle prossime ore il Governo deciderà sul da farsi. Anche da noi l’ala rigorista dell’Esecutivo spinge per una sorta di lockdown almeno per il periodo natalizio. Il Premier Giuseppe Conte è intenzionato anche a concedere alcune deroghe agli spostamenti a livello locale.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Un Natale davvero particolare quello che ci apprestiamo a vivere. In Europa le nazioni sembrano intenzionati a lasciare qualche deroga ai cittadini, tranne che in Germania, dove la Merkel ha deciso la linea dura. Il fatto è che i contagi e soprattutto i morti sono tanti, per cui non è ancora arrivato il momento del "liberi tutti", ma ci vorranno ancora tanti sacrifici prima di giungere ad una semi-normalità. Saremo noi, con i nostri comportamenti, a dovercela conquistare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!