Iscriviti

Tifoso indiano si suicida dopo la sconfitta dell’Argentina con la Croazia

Alex Dinu, un tifoso indiano di Messi e della nazionale argentina, non ha retto il peso della sconfitta dell’Albiceleste contro la Croazia ed ha deciso di togliersi la vita. Ecco cosa ha scritto prima di suicidarsi.

Esteri
Pubblicato il 26 giugno 2018, alle ore 17:08

Mi piace
11
0
Tifoso indiano si suicida dopo la sconfitta dell’Argentina con la Croazia

È possibile arrivare a suicidarsi dopo la sconfitta della squadra per cui si tifa? Per la stragrande maggioranza della popolazione, una simile opzione non sarebbe nemmeno contemplabile, eppure qualche voce fuori dal coro la si trova sempre.

È questo il caso di Alex Dinu, un commercialista indiano del Kerala, che alla vista della sconfitta della sua nazionale del cuore ha deciso di farla finita per sempre. Tifoso sfegatato di Lionel Messi e dell’Argentina, non ha retto il peso della debacle della Seleccion e, in preda alla delusione, non ha potuto far altro che suicidarsi.

Secondo la ricostruzione fornita dalle autorità al The Times of India, l’uomo si era seduto da solo davanti alla tv per assistere alla partita dell’Argentina contro la Croazia. Come di consueto, aveva poi indossato la maglietta della nazionale per cui nutriva un amore pressoché sconfinato. Il match del girone D, conclusosi con la sonora sconfitta dell’Albiceleste per 3-0, ha però di fatto complicato il discorso qualificazione della squadra capitanata dalla Pulce.

Per Alex Dinu, tutto ciò dovrà essere apparso come un dramma senza via di uscita. Da qui ha ben pensato di lasciare in cucina una lettera scritta in lingua malayalam, in cui preannunciava il suo tragico gesto. “Non mi resta più nulla da vedere al mondo. Me ne vado. Nessuno deve essere considerato responsabile della mia morte“. Conosciuto come uomo particolarmente chiuso ed introverso, in uno dei suoi diari aveva scritto addirittura la seguente frase: “Messi, la mia vita è dedicata a te, in attesa di vederti alzare al cielo la Coppa”.

Dopo aver lasciato questo messaggio, l’uomo è sparito facendo perdere le sue tracce. Le autorità prontamente coinvolte nella sua ricerca, hanno ritrovato dopo un paio di giorni il suo cadavere nel letto del Meenachil, il fiume che scorre non lontano dalla sua abitazione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Va bene tutto, ma arrivare a suicidarsi per una partita di calcio, vuol dire avere qualche grave problema mentale. Se tutta la propria vita deve dipendere dal proprio idolo o da una squadra di calcio, allora bisogna proprio farsi ricoverare. È poi possibile che nessuno si sia reso conto della precarie condizioni di salute di questo uomo?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!