Iscriviti

Terribile incidente aereo: morta la cantante brasiliana Mendonca

Mendonca, 26enne, carismatica vincitrice del Grammy latino, conosciuta come "The Boss" dai suoi milioni di fan, ha perso la vita in un terribile incidente aereo in una regione rurale dello stato sud-orientale di Minas Gerais.

Esteri
Pubblicato il 6 novembre 2021, alle ore 16:09

Mi piace
0
0
Terribile incidente aereo: morta la cantante brasiliana Mendonca

Una delle cantanti più amate del Brasile, Marília Mendonça, è morta in un incidente aereo a soli 26 anni, dopo aver collezionato 15 dischi di diamante e due di platino e venduto quasi cinque milioni di dischi.

Nell’incidente sono morti anche il produttore della cantante, suo zio e i due piloti dell’aereo. Secondo la polizia, la probabile causa dell’incidente è stata una collisione con un’antenna.

L’accaduto

La nota cantante lascia un bambino di appena un anno. Cordoglio per la sua morte è stato espresso da molte personalità brasiliane, dal calciatore Neymar al presidente Jair Bolsonaro. La cantante, esponente del genere ‘sertanejo‘, vicino al country statunitense e molto popolare in Brasile, solitamente appannaggio di cantanti uomini, è morta nello schianto di un piccolo aerotaxi nello Stato del Minas Gerais.

Nell’incidente sono morti anche il produttore della cantante, suo zio e i due piloti dell’aereo. Secondo la polizia, la probabile causa dell’incidente è stata una collisione con un’antenna. “Mi rifiuto di crederci, mi rifiuto“, ha twittato il calciatore Neymar. “Sto piangendo. Penso di non poterci nemmeno credere“, ha scritto il musicista Caetano Veloso.

Immensamente popolare in Brasile, Marília Mendonça aveva 39 milioni di iscritti su Instagram e 22 milioni sul suo canale YouTube. Poco prima dell’incidente, aveva postato sui social network un video del suo imbarco e del suo pasto all’interno dell’aereo, annunciando “un weekend di spettacoli“.

Si stava recando nella città di Caratinga, poco lontano dal luogo del disastro, per un concerto. All’attivo aveva oltre 5 milioni di copie vendute solo in Brasile, nonché un disco d’oro in Portogallo per il singolo ‘Some queele vem atrás‘, realizzato con Anitta.

 Molte le celebrità musicali morte in disastri aerei

Tra i primi a morire di incidente aereo Buddy Holly, J.P. Richardson, (The Big Bopper), e Ritchie Valens, nomi di spicco della rock and roll degli anni ’50, al punto che la data, il 3 febbraio del 1959, è ricordata come “il giorno in cui la musica è morta“.

Nel 1967 fu il celebre Otis Redding a scomparire prematuramente a 26 anni. L’artista soul e la sua band stavano volando a Madison quando il loro aereo si schiantò nel lago Monona. Dieci anni dopo la stessa sorte toccò a Ronnie Van Zant, voce del gruppo southern rock Lynyrd Skynyrd.

Il musicista morì sul colpo quando il suo aereo si schiantò a Gillsbourg, in Mississipi, causa della mancanza di carburante. Nel 1990 il volo fu fatale a Stevie Ray Vaughan, considerato tra i più dotati e influenti esponenti del blues statunitense. La notte del 27 agosto 1990, dopo aver partecipato assieme a Eric Clapton, Robert Cray, Buddy Guy e il fratello Jimmie a un grande concerto all’Alpine Valley Music Theater, vicino a East Troy nel Wisconsin, Stevie salì su un elicottero per tornare in albergo a Chicago, ma il veliviolo si schiantò poco dopo su una collina.

Nel 1997 fu John Denver a morire su un aereo che lui stesso pilotava. Tra i più noti artisti degli anni Settanta, Denver era anche pilota esperto. Il 12 ottobre 1997 precipitò mentre era ai comandi del suo Rutan Long-EZ nella baia di Monterey in California. La versione ufficiale riporta che abbia perso il controllo mentre cercava di azionare la leva della riserva, avendo esaurito il carburante.

Gli esami clinici rivelarono che il cantante non aveva fatto uso di droghe, alcol o altre sostanze che potessero alterarne le abilità di pilotaggio. I resti, recuperati in mare, vennero cremati e sparsi sulle Montagne Rocciose. Nel 2001 la cantante 22enne Aaliyah Dana Haughton perse la vita in un disastro aereo alle Bahamas.

Con lei morirono altre otto persone. La stella emergente della musica hip pop aveva appena terminato la registrazione del videoclip del singolo ‘Rock the Boat’ contenuto nel suo terzo album “Aaliyah“.Nel 2015 Hollywood diede l’addio a James Horner, tra i compositori di colonne sonore più apprezzati dell’industria cinematografica statunitense e vincitore di due premi Oscar. Sue le note di “Braveheart” e di “Titanic“. Horner morì nel 2015 quando il suo aereo a turboelica Short Tucano si schiantò nella foresta nazionale di Los Padres, vicino a Ventucopa, in California.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Una tragedia immane quella della morte della nota cantante, deceduta prematuramente nell'incidente aereo a soli 26 anni. Come dico sempre, in questi casi le parole non servono. Esprimo la massima vicinanza ai familiari della vittima, cui rivolgo le mie più sentite condoglianze. Riposa in pace Marília Mendonça e veglia sempre sui tuoi cari.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!