Iscriviti

Tensione tra Israele e Hamas: conflitto rischia di estendersi, oggi vertice sicurezza Onu

Da giorni continuano i bombardamenti dalla Striscia di Gaza contro lo stato ebraico. Stamane altri disordini sulla Spianata dell Moschee. A Tel Aviv popolazione rifugiata nelle stanze protette, 1.050 razzi e colpi di mortaio lanciati da Hamas.

Esteri
Pubblicato il 12 maggio 2021, alle ore 09:41

Mi piace
0
0
Tensione tra Israele e Hamas: conflitto rischia di estendersi, oggi vertice sicurezza Onu

In Israele la situazione si sta facendo sempre più critica. Infatti nella notte appena trascorsa Hamas ha continuano con il lancio di razzi dalla Striscia di Gaza verso lo stato ebraico. Gl israeliani hanno fatto sapere che continueranno a rispondere agli attacchi del nemico. Sarebbero 1.050 i razzi e i colpi di mortaio lanciati da Hamas verso le città d’Israele. A Tel Aviv la popolazione si è dovuta rifugirare nelle stanze protette al suono delle sirene che ha riecheggiato alle prime ore del mattino. 

Fonti israeliane fanno sapere che due dirigenti di Hamas sono stati uccisi questa mattina durante un raid aereo. In un attacco precedente sono stati anche uccisi, secondo il portavoce militare, Hassan Kaoggi e Wail Issa, dirigenti anch’essi dei servizi di intelligence militare di Hamas. Sempre stamattina sulla Spianata delle Moschee si sono verificati altri incidenti nel corso delle preghiere del mattino. Qui sette palestinesi sarebbero stati arrestati dalla polizia dopo che tali individui hanno intrapreso una sassaiola contro gli stessi poliziotti. 

Chiuse le scuole a Tel Aviv

A Tel Aviv e nel Sud di Israele le scuole sono state chiuse per motivi di sicurezza, mentre il traffico ferroviario risulta bloccato verso la località Ashkelon. Il Premier Benjamin Netanyahu ha fatto sapere di aver dichiarato lo stato di emergenza nella città di Lod, che si trova al centro del Paese. Qui ci sarebbe una popolazione di 47.000 ebrei e 23.000 palestinesi, per cui è possibile che si verifichino numerosi momenti di tensione.

Le autorità nazionali, in particolare l’Onu, stanno seguendo con attenzione il nuovo conflitto tra Israele e Hamas. Per questo le Nazioni Unite hanno convocato con urgenza un vertice per oggi. C’è il rischio, infatti, che le violenze possano estendersi, per cui si cercherà di trovare una soluzione.

Sarebbe concreto il rischio di guerra civile. A Lod alcuni residenti di cultura araba sarebbero state già responsabili di “rivolte di ampia portata che hanno messo a repentaglio la vita degli abitanti” – così spiega in un comunicato la Polizia Locale. La situazione è molto delicata e gli attacchi da ambo le parti continuano in maniera serrata. La maggior parte dei razzi lanciati da Hamas contro Israele sono stati intercettati e abbattuti, mentre 200 sarebbero caduti all’interno della Striscia di Gaza. A Lod durante gli attacchi sono deceduti anche un padre e una figlia, entrambi arabi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Quella che si sta verificando in Israele è una situazione che si sta facendo sempre più grave. I continui attacchi di Hamas con le relative risposte di Israele stanno facendo salire la tensione in un territorio già fortemente provato da conflitti del genere. Si auspica che l'Onu trovi al più presto una soluzione per far cessare la tensione e riportare la calma.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!