Iscriviti

Stati Uniti: zanzara uccide un uomo in soli 9 giorni

Un 64enne in piena salute è deceduto in soli 9 giorni in seguito alla puntura di una zanzara infettata del virus EEE ovvero l’encefalite equina orientale

Esteri
Pubblicato il 19 settembre 2019, alle ore 12:47

Mi piace
4
0
Stati Uniti: zanzara uccide un uomo in soli 9 giorni

In Michigan, stato del Midwest degli Stati Uniti, secondo quanto emerso nelle scorse ore, il 64enne Gregg McChesney ha trovato la morte in soli 9 giorni per mano di un virus trasmessogli da una zanzara.

Uomo di poche parole, in piena salute, amante della vita, coraggioso spaventatore di un orso durante una giornata di escursione e reduce dei festeggiamenti del matrimonio del fratello minore, si era recato verso la fine del mese di luglio alla fattoria del fratello Mark.

Felice di poterlo aiutare ad organizzare le banchine dello stagno, si era però improvvisamente sentito male ed era stato portato subito al Pronto Soccorso dell’ospedale, dove purtroppo ha trovato la morte il 19 agosto, a causa della terribile malattia contratta, denominata encefalite equina orientale. Inizialmente nessuno sapeva di cosa si trattasse ma presto è stata individuata la causa del suo malessere nelle conseguenze scatenate dal raro virus potenzialmente fatale, trasmesso dalle zanzare, denominato anche con il nome EEE.

Non è oltretutto il solo ad esserne stato tragicamente colpito: il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani del Michigan ha infatti informato la popolazione che sono stati drammaticamente registrati altri 4 casi di encefalite equina orientale nel sud-ovest dello stato, due dei quali purtroppo deceduti, per un totale di 7 casi durante l’anno (di cui 3 mortali).

Lo stato con capitale Lansing sta attualmente attraversando il peggior focolaio da più di un decennio: il direttore generale del dipartimento e vicedirettore per la salute, Joneigh Khaldun, ha comunicato che la situazione al momento evidenzia la massima importanza nell’adozione di precauzioni contro le punture di zanzare.

Secondo i centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, ogni anno le segnalazioni di EEE umani variano circa da 5 a 10 casi, con sintomatologie che riferiscono anche improvvisi mal di testa, febbre alta, vomito, brividi, oltre ai casi gravi con segnali che includono anche disorientamento, convulsione ed addirittura il coma.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Lara Tubia

Lara Tubia - Abbiamo sempre immaginato che a distruggere il genere umano sarebbero state delle potenti e giganti creature: e se ci fossimo sbagliati? È bastata in questo caso una piccola zanzara, così come basti pensare ai batteri, invisibili ad occhio nudo ma potentissimi: come sempre, la forza dell'essere umano è stata sovrastimata dal suo evidente egocentrismo. Condoglianze alle famiglie delle vittime.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!