Iscriviti

Stati Uniti: stupra la figlia della compagna di appena 7 anni che dovrà essere operata

Un uomo a Iredell County, nel North Carolina, stupra la figlia della sua compagna di soli 7 anni. La bimba è stata trovata in stato di choc dalla madre, e dovrà essere operata a causa delle lesioni riportate.

Esteri
Pubblicato il 15 luglio 2020, alle ore 13:30

Mi piace
2
0
Stati Uniti: stupra la figlia della compagna di appena 7 anni che dovrà essere operata

Una notizia alquanto sconcertante arriva dagli Stati Uniti, più precisamente da Iredell County, nel North Carolina. Un uomo ha violentato la figlia della sua compagna di appena sette anni. Avrebbe scoperto tutto la madre, rincasata dal lavoro il giorno seguente. La bambina sarebbe stata trovata in stato di choc, su una sedia, sanguinante, completamente abbandonata a sé stessa: l’uomo invece dormiva beatamente sul pavimento accanto a lei. La bimba considerava l’uomo come un padre, il che rende ancora più inquietante l’intera vicenda.

La madre, intuendo l’accaduto, ha allertato subito i soccorsi. Ora Brentley Jason Byers, di 28 anni, è accusato di stupro ai danni di una bambina di appena 7 anni. Secondo quanto descritto, Byers venerdì sera si trovava in casa con la bambina e gli altri due figli avuti dalla sua compagna, da quanto emerge durante la serata, sarebbe andato un parente a prendere i due bambini più piccoli e così la piccola sarebbe rimasta da sola all’interno dell’abitazione con il suo aguzzino.

Solo il giorno seguente la madre, rincasando intorno alle 13, ha trovato la bambina in stato di choc, e ha subito intuito l’accaduto, allertando immediatamente i soccorsi. La bimba è stata portata nell’ospedale di Winston-Salem per le prime cure e molto probabilmente dovrà essere sottoposta a intervento chirurgico a causa delle gravi lesioni riportate. All’interno dell’abitazione sarebbero state trovate prove che confermerebbero la violenza sessuale, come abiti sporchi di sangue all’interno della lavatrice.

Brentley è stato portato in carcere con l’accusa di violenza su minore: la sua cauzione è stata fissata a 1 milione di dollari e la sua famiglia sarebbe disposta a pagare la cifra per farlo uscire di prigione.

I commenti di molti utenti che sono venuti a conoscenza della storia sono stati comprensibilmente molto duri. Qualcuno infatti avrebbe scritto:” Mettetelo in mostra pubblicamente. Lasciatelo nelle mani di altri uomini. Dio provvederà a occuparsi di persone che fanno male ai suoi figli. Credo che anche la madre dovrebbe essere accusata di trascuratezza. Sono così stufo di sentir parlare di persone che fanno del male ai bambini…”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonietta Ricciuti

Antonietta Ricciuti - Sono senza parole, non riesco a comprendere come possano succedere queste cose ai danni di una bambina così piccola. Trovo ingiusto il fatto che possa uscire di prigione facendosi pagare semplicemente la cauzione dalla sua famiglia dopo aver compiuto un atto così terrificante. Spero per questa bimba che il suo aguzzino abbia la giusta punizione, perché un atto così grave deve essere punito severamente.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!