Iscriviti

Sidney: bestemmia in barese per strada e lo zio emigrato lo riconosce dopo 15 anni

Una notizia davvero incredibile, quella successa a Sidney, che ha lasciato senza parola anche i protagonisti della vicenda: vediamo nel dettaglio cosa è successo.

Esteri
Pubblicato il 11 agosto 2020, alle ore 13:55

Mi piace
2
0
Sidney: bestemmia in barese per strada e lo zio emigrato lo riconosce dopo 15 anni

Ha dell’incredibile quello che è successo a Sidney, in Australia e riportato sul sito “pugliareporter.com“. Chi racconta la storia è un italiano originario di Valenzano, che si trovava nella città australiana durante il lockdown causato dall’emergenza Coronavirus e stava portando a termine un master. Angelo, questo il suo nome, racconta cosa gli è accaduto mentre si aggirava per la città nel week end.

L’uomo si trovava non molto distante dalla costa di Sidney – come lui stesso ricorda – quando ad un certo punto ha incrociato un signore che non gli ha dato precedenza. Proprio per questo Angelo ha iniziato ad usare una terminologia un po’ colorita, per usare un eufemismo, dopo che l’altro tizio non ha nemmeno fatto un accenno di scuse per il suo comportamento: “Allo sguardo beffardo dell’automobilista e alla sua fuga senza nemmeno un “sorry” mi è scappata una bestemmia …diciamo un “KTM” misto ad un “UPDM“, giusto per essere chiaro con i miei amici pugliesi”, ha precisato poi

Ha urlato forte queste imprecazioni, sicuro del fatto che nessuno lo avrebbe compreso, invece è andata diversamente. Un pedone che camminava alle sue spalle gli ha fato eco: “Non t si’ngaricann, Pagghiàre!“. Allora Angelo si è voltato e gli ha chiesto se per caso fosse di Bari, ovviamente in inglese.

La risposta del tizio ha tolto tutti i dubbi: “…Cargature!“. La conversazione a questo punto è andata avanti e si sono raccontati un po’ le loro esperienze e i motivi che li avevano portati in Australia. Ma ecco che ad Angelo è salito un dubbio: “Ma non sarà mica il marito di mia zia che non vedo da quanto ero piccolo?”.

Dopo le presentazioni il dubbio si è trasformato in certezza ed era proprio lui! Lo zio acquisito che tanto lo aveva coccolato da bimbo e del quale conservava ricordi bellissimi, ma che poi il destino lo ha fatto allontanare dalla sorella della madre di Angelo.

Il giovane studente mai si sarebbe aspettato di incontrarlo di nuovo, soprattutto in un altro continente, invece è successo davvero ed entrambi sono rimasti increduli. Questa reunion ha fatto sì che i loro rapporti ricominciassero: “Da oggi saremo anzitutto due amici con un passato in comune e anche un presente, bestemmia compresa. (…) Un episodio che, dopotutto, fa riflettere su come sia possibile che anche una situazione imprevedibile possa verificarsi stupendo tutti. Saluti dall’Australia!“, ha terminato così il suo racconto.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - E' davvero un fatto particolare e strano quello che è successo a questo giovane studente che mai si sarebbe aspettato di trovare in Australia questo suo zio perso di vista tanti anni prima. Quando si dice che il mondo è piccolo penso proprio che si faccia riferimento ad episodi di questo tipo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!