Iscriviti

Scompare dai radar aereo con a bordo 17 persone: anche 4 bambini

Un Antnov An-28 è scomparso nelle ultime ore in Siberia: a bordo 17 persone, tra cui 4 bambini. Si sono attivate subito le ricerche nell'area. Questo è il secondo incidente aereo in Russia negli ultimi giorni.

Esteri
Pubblicato il 16 luglio 2021, alle ore 16:13

Mi piace
0
0
Scompare dai radar aereo con a bordo 17 persone: anche 4 bambini

Scompare dal radar in Siberia nella giornata del 16 luglio 2021 un aereo con 17 persone, tra questi anche quattro bambini. A diramare la notizia è stata l’agenzia di stampa russa Tass. Il velivolo è un Antonov An-28 di proprietà della società Siberian Light Aviation. L’aereo stava percorrendo la rotta Kedrovy-Tomsk. 

Le ricerche del velivolo sono ancora in corso. Stando a quanto dichiarato dalle fonti russe, il velivolo sarebbe scomparso dal radar all’altezza del distretto di Bakcharsky. IL radiofaro si è spento ed ancora si sta cercando il motivo che sta all’origine di tale spegnimento. Forse un guasto. Il mezzo però non ha lanciato una richiesta di aiuto. 

La stampa locale riferisce che ci potrebbero essere dei sopravvissuti. Le ricerche si susseguono senza sosta in tutta la zona. Non è infatti ancora chiaro dove si sia potuto schiantare l’aereo. Negli ultimi giorni in Russia si è registrato un altro incidente aereo. In questo caso il velivolo An-26 si è schiantato in mare. 

I 26 passeggeri presenti sul velivolo sono morti tutti in seguito all’impatto. Nessuna speranza neanche per l’unico bambino presente e per i 6 mebri dell’equipaggio. Anche in quel caso i contatti sono svaniti nel nulla durante il percorso di volo. Il velivolo è stato cercato in tutta la Kamchatka, e poco dopo sono stati ritrovati alcuni pezzi dell’aereo. 

I servizi di ricerca e soccorso sono stati immediati e molto efficienti. Il governatore Vladimi Solodov ha riferito ad un’agenzia di stampa che il corpo dell’aereo è stato ritrovato lungo la costa. Mentre altre parti del velivolo sono stati rinvenuti nel tratto di mare antistante. I due incidenti – che si sono susseguiti a così breve distanza di tempo – stanno aprendo a nuove riflessioni sulla sicurezza in volo. 

Chissà se all’origine di entrambi gli incidenti ci sia un mal funzionamento della strumentazione di bordo, un difetto tecnico oppure un errore umano. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tiziana Terranova

Tiziana Terranova - Ma non può essere solo un caso il fatto che a distanza di 10 giorni siano caduti due aerei della stessa tipologia. Magari all'origine dello schianto ci sono cause tecniche, qualche difetto o che altro. Ma questi drammi riportano ancora una volta l'attenzione sulla sicurezza dei voli. Compagnie costrette sempre più spesso a tagliare le spese per far quadrare i bilanci, a scapito della sicurezza, manutenzione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!