Iscriviti

Russia: desecretato il video dell’esplosione della bomba Zar, l’ordigno più potente della storia

A distanza di quasi 60 anni, in Russia è stato diffuso un video inedito riguardante il test della bomba Zar, l’ordigno più potente mai costruito dall’uomo, fatto esplodere nel 1961 al di là del circolo polare artico.

Esteri
Pubblicato il 1 settembre 2020, alle ore 16:40

Mi piace
6
0
Russia: desecretato il video dell’esplosione della bomba Zar, l’ordigno più potente della storia

Fatta esplodere il 30 ottobre 1961, la bomba Zar è l’ordigno più potente mai realizzato dall’uomo. Costruita dall’allora Unione Sovietica e fatta detonare tra il mar di Barents e di quello di Kara, è stata realizzata per mezzo di un progetto segreto al quale prese parte anche il fisico nonché premio Nobel per la pace Andrej Sacharov

Oggi, a quasi 60 anni di distanza da uno degli avvenimenti più inquietanti del XX secolo, l’agenzia nucleare russa Rosatom ha voluto declassificare il video in cui è stata ripresa la deflagrazione dell’ordigno conosciuto con la sigla RDS-220, nome in codice Big Ivan.

Lungo oltre 30 minuti, il filmato desecretato mostra le conseguenze dell’esplosione della bomba di 50 megatoni, l’equivalente di 50 milioni di tonnellate di tritolo, una potenza 3.000 volte superiore a quella di Little Boy, la prima bomba atomica sganciata dagli Stati Uniti nell’agosto del 1945 sulla città giapponese di Hiroshima.

Fatta detonare a 4.000 metri d’altezza, la bomba pesante 27 tonnellate venne trasportata da un Tupolev Tu-95 che per l’occasione venne cosparso con una speciale vernice resistente al calore. Date le dimensioni dell’ordigno, non venne alloggiato all’interno della fusoliera, ma agganciato all’esterno. L’esplosione causò un “fungo atomico” dell’altezza di 64km, con una palla di fuoco incandescente del diametro di 8km e una luce talmente intensa, che ustionò lievemente la pelle dei piloti del bombardiere che si trovavano a 270km di distanza. La conseguente onda d’urto fece poi tre volte il giro del pianeta, distruggendo qualsiasi cosa nel raggio di 35 chilometri

Il documentario diffuso in lingua russa, fornisce ulteriori dettagli non solo sui frangenti cruciali legati all’esplosione, ma anche su alcune fasi della produzione e del trasporto dell’ordigno. Oltre a ciò, permette di osservare il test con nuove angolazioni, diffondendo una serie di immagini inedite come quelle riprese dalla cabina di pilotaggio del Tupolev.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Una bomba come la Zar è potenzialmente in grado di radere al suolo qualsiasi città. La sua potenza devastante allarmò gli stessi progettisti, che alla fine decisero di testare una versione depotenziata del 50%. Auguriamoci quindi che un simile ordigno non venga mai utilizzato dall’uomo, se non per distruggere o deviare un minaccioso asteroide che dovesse puntare dritto sul nostro Pianeta.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!