Iscriviti

Regno Unito, lascia la figlia sola a casa per 5 giorni: bimba morta e madre condannata a 9 anni

9 anni di carcere per la madre statunitense che ha lasciato per 5 giorni sua figlia a casa, facendola morire di fame. Una storia macabra la sua condanna è arrivata ora.

Esteri
Pubblicato il 7 agosto 2021, alle ore 17:26

Mi piace
0
0
Regno Unito, lascia la figlia sola a casa per 5 giorni: bimba morta e madre condannata a 9 anni

Ci sono storie macabre, raccapriccianti, aventi per protagonisti i bambini, indifesi, fragili, innocenti. Cè una storia davvero agghiacciante proveniente dal Regno Unito che voglio raccontarvi.Verphy Kudi, giovane madre di Brighton, in Regno Unito, a processo per omicidio colposo per aver lasciato da sola a casa la figlia, la piccola Asiah Kudi, di 20 mesi, che dovrà scontare una pena di 9 anni di carcere. 

I fatti risalgono a dicembre 2019, quando la ragazza era partita pr 6 giorni per festeggiare i suoi 18 anni.La bimba, abbandonata a se stessa, è morta di fame. Verphy, arrrestata, si era dichiarata colpevole nel corso del processo ma solo ora è arrivata la sentenza di condanna a 9 anni. 

La sentenza di condanna 

Il giudice Christine Laing ha descritto la vittima come una bambina indifesa, che confidava completamente nella madre per provvedere ai suoi bisogni. Per la Laing è quasi insopportabile contemplare la sofferenza della piccola nei suoi ultimi giorni di vita, mentre la madre festeggiava, come un’adolescente spensierata, il suo compleanno. 

Stando a quanto ricostruito nel corso del procedimento penale, Verphy lasciò Asiah da sola nell’appartamento per ben 5 giorni, 21 ore e 58 minuti, lasciando l’appartamento di Brighton il 5 dicembre 2019 , giorno del suo 18esimo compleanno, per farvi ritorno l’11 dicembre, recandosi a Londra, ad un concerto e ad una festa di compleanno a Coventry. 

La madre, tornata a casa, trovò la piccola senza vita, morta di fame e disidratata, chiamando il il 999 e dicendo ai paramedici che che la sua bambina non si svegliava più. Ma il corpo della piccola ha parlato. Dall’effettuazione dell‘autopsia è emerso che a ucciderla sono state la fame e l’influenza, con segni di disidratazione e grave eruzione cutanea da pannolino. Asiah era nata il 22 marzo 2018 e aveva solo 20 mesi nel giorno della sua morte. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Una storia agghiacciante quella della piccola Asiah. Mi chiedo come possano bastare 9 anni e non l'ergastolo per quella che io non definirei neanche madre ma purtroppo il giudice non sono io. Riposa in pace Asiah, splendida bimba colpevole solo di essere stata fragile e innocente, uccisa da chi avrebbe dovuto tutelarti da tutto e tutti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!